Top

Yucatan, il Messico caraibico

LA NOSTRA ESPERIENZA NELLO YUCATAN

Lo Yucatan è una penisola che si estende nel Mar dei Caraibi ed è senza dubbio la regione più turistica del Messico. La sua costa ha bellissime spiagge  incorniciate da una vegetazione rigogliosa e svariate piccole isolette dove si può soggiornare o fare belle escursioni in barca giornaliere. Il suo interno è ricco di siti archeologici Maya e belle cittadine e si può visitare con escursioni giornaliere dalla costa oppure con dei piccoli tour che possono includere la vicina e splendida regione del Chapas.

CANCUN – Principale meta balneare turistica dello Yucatàn, Canucn è famosa per le spiagge, i numerosi resort e la vita notturna. È composta da due aree distinte: l’area centrale più tradizionale, El Centro, e la Zona Hotelera, una striscia di sabbia di 22 km affacciata sul mare, costellata da hotel, locali notturni, negozi e ristoranti di lusso. Considerata negli ultimi anni l’Ibiza dei Caraibi per le sue discoteche e i suoi locali fashion, Cancun si è orientata verso un turismo amante della movida e dei grandi resorts.

PLAYA DEL CARMEN – Seconda località balneare dopo Cancun, Playa del Carmen è un’ottima alternativa per chi ama i luoghi genuini senza rinunciare alla movida che qui è più concentrata in piccoli ristoranti tipici e graziosi locali sulla spiaggia che mantengono ancora un carattere messicano. Le costruzioni sono basse e si integrano nell’ambiente che le circonda. Il suo centro ospita molte pensioni e boutique hotels per chi vuol vivere a pieno la vita notturna, mentre i resorts con le sue spiagge private si trovano a pochi chilometri.

CHICHEN ITZA’ – E’ il più grande ed importante sito archeologico della civiltà Maya precolombiana che si estende su un’area di 3 chilometri quadrati. Fu uno dei centri più importanti fra il VI e il XI secolo. L’edificio più celebre del sito è la piramide di Kukulkan, molto interessanti l’osservatorio astronomico, il Caracol, e il tempio dei guerrieri. Nel 1988 Chichén Itzá è stata inserita nella lista dei Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO e nel 2007, la piramide di Kukulkan è stata nominata come una delle sette meraviglie del mondo.

TULUM – Magnifico sito archeologico Maya a picco sul mare, le rovine di Tulum sono sicuramente il sito maggiormente visitato della zona. Data la sua particolare posizione, fu la prima città Maya ad essere avvistata dagli spagnoli il 3 marzo 1517. Tra le varie costruzioni al suo interno l’edificio più famoso e più fotografato è El Castillopalazzo a strapiombo sul mare dedicato al dio del vento Kukulkan.

UXMAL – Uno dei siti archeologici più importanti e meglio conservati di tutto il Messico, è entrato a far parte dei siti Patrimonio dell’Unesco nel 1996. Il sito si estende su un’area di 12 kmq  e gli edifici da visitare sono numerosi. Il più importante è la “Piramide dell’indovino”, a base ellittica, che svetta sul paesaggio circostante dall’alto dei suoi 30 metri circa. Il tempio è suddiviso su più livelli, raggiungibili da una ripida scalinata che porta sulla cima dove si trova la cosiddetta “Casa dell’indovino”.

COBA’ – Importante sito archeologico Maya interamente immerso nella giungla. Anticamente si estendeva su un’area di 80 kmq, intorno al VII secolo era popolato da circa 50.000 abitanti ed era al centro del commercio della regione. La sua posizione lontana dalle principali strade messicane fece sì che il sito rimase inesplorato fino all’inizio del 1900, quando l’archeologo Thomas Gann avviò una serie di spedizioni a scopo conoscitivo. Negli anni ’70 venne costruita la prima strada asfaltata e poterono partire alcuni scavi e restauri che resero l’area facilmente accessibile anche dai turisti. Di tutto il sito archeologico l’attrazione principale è senza dubbio Nohuch Mul, una piramide alta 42 metri, la più alta di tutta la penisola dello Yucatan che ancora oggi può essere scalata (cosa oramai proibita nella maggior parte dei siti Maya). Sono state addirittura inserite delle corde per aiutarsi nell’impresa e dalla sommità si gode di una vista impareggiabile della giungla circostante, oltre che delle altre piramidi più piccole della zona.

MERIDA – Costruita nel 1542, è la capitale dello Stato dello Yucatán ed è soprannominata la “Ciudad Blanca” per via dei suoi edifici coloniali di pietra calcarea molto chiara. Oggi Mérida è una città moderna e cosmopolita, ma rimane una cittadina tranquilla, ricca di storia, che ha saputo preservare le proprie perle aggiudicandosi il titolo di Capitale americana della cultura per il 2017. Un piccolo gioiello con grandi quartieri coloniali, ampi viali alberati, musei, gallerie d’arte, ristoranti e boutique.

CAMPECHE – Questa deliziosa città coloniale è una piacevole cittadina poco affollata di turisti dove si può ancora assaporare un’autentica atmosfera messicana. Il centro storico, tutelato dall’UNESCO, è un paese delle meraviglie a tinte pastello cinto da alte mura di pietra, con stretti vicoli acciottolati ed edifici ben conservati.

ISLA COZUMEL – Una delle località più famose del mondo per lo snorkeling e le immersioni. Belle spiagge e una spettacolare barriera corallina attirano molti escursionisti dalle coste per belle gite giornaliere in barca.

ISLA MUJERES –  Isola piuttosto piccola ma mai noiosa, è una splendida alternativa alla costa dello Yucatàn per chi vuol soggiornare in un ambiente ancora integro senza rinunciare ad un minimo di movida. Magnifica per fare snorkelling e immersioni, offre anche bellissime spiagge (fra le migliori dello Yucatán), ideali anche per i bambini. Sull’isola si trova inoltre la Isla Mujeres Tortugranja, un allevamento che ogni anno rimette in libertà decine di migliaia di tartarughe marine e ospita un grazioso, piccolo acquario.

ISLA CONTOY – Isola disabitata a poca distanza dalla costa, vi possono accedere solo 200 visitatori al giorno per preservare il suo ambiente quasi incontaminato, in cui vivono oltre 170 specie di uccelli e dove le tartarughe marine nidificano nei mesi estivi. Una gita in giornata sull’isola sarà una magnifica esperienza per chi ama la natura, ma anche per chi desidera semplicemente fare snorkelling e qualche escursione a piedi.

CENOTES – I maya li consideravano punti di accesso sacri al mondo degli inferi, e visitando un cenote si capisce il perché. La penisola dello Yucatàn è disseminata di oltre 7000 cenotes, grotte calcaree che possono raggiungere anche grandi dimensioni, dove scorrono corsi d’acqua, alcuni ideali per un bagno rinfrescante e divertente, mentre altri, come la rete di caverne sotterranee del Parque Dos Ojos, richiamano appassionati di immersioni da ogni parte del mondo. Intorno ad alcuni cenotes sono state costruite aree di divertimento e di relax.

LE ESPERIENZE CHE RACCOMANDIAMO

-Assaggiare la gustosissima cucina messicana

-Provare un aperitivo al tramonto a base di Tequila

-Visitare i meravigliosi siti Maya

LE STRUTTURE CHE CONSIGLIAMO

(La selezione delle strutture viene fatta al momento dell’effettuazione del viaggio: ci scusiamo per eventuali variazioni nel corso del tempo)

Sea Club Playa Maroma – Un angolo di paradiso dalla vivace architettura, immerso in una foresta tropicale incorniciata dalle mille sfumature di azzurro del Mar dei Caraibi, che si affaccia su una spiaggia incantevole, fra le più belle della costa. Dista 16 km da Playa del Carmen. 407 camere. Ristorante principale con servizio a buffet El Pajarito dove è possibile gustare piatti internazionali e dell’ottima pizza. Per cena sono disponibili vari ristoranti tematici completamente rinnovati in chiave moderna e trendy: Adelita messicano, Toscana italiano, Grill per piatti alla griglia, Ayami di specialità asiatiche con sushi bar e tappanyaki e il Tapas per specialità di tapas spagnole. Disponibile inoltre il ristorante BLoved riservato ai soli clienti che soggiornano in camera privileged. Animazione internazionale e italiana, discoteca, spa.

Tucan Iberostar – Situato direttamente sulla spiaggia di Playacar, a pochi minuti dal centro di Playa del Carmen, l’Iberostar Tucan è un resort all Inclusive costruito su un cenote naturale e immerso in una meravigliosa vegetazione. La foresta che si attraversa per raggiungere la spiaggia è spettacolare e ospita pappagalli, scimmie, fenicotteri e molto altro. La grande piscina che confina con la spiaggia ha una grotta con una cascata naturale che arriva direttamente dal cenote su cui poggia. 350 camere. 7 ristoranti: “Tulum & Cozumel Buffet”, ristorante a buffet che serve per colazione, pranzo e cena piatti della cucina internazionale; “La Hacienda”, con piatti della cucina tradizionale messicana, servizio ‘à la carte’; “Palapa Uxmal”, serve specialità della cucina internazionale ed è aperto a pranzo con servizio snack e Steak House per cena ‘à la carte’; “El Bonsai”, nella lobby Tucán, serve a cena con servizio ‘à la carte’ piatti della gastronomia giapponese, “Mare Nostrum” serve a cena ‘à la carte’ cucina mediterranea con pesce e frutti di mare. E’possibile accedere al ristorante italiano ‘à la carte’ “La Gondola” con varietà di antipasti e paste fresche presso il vicino Iberostar Quetzal. Si aggiungono 7 bar ed un chiosco per il gelato. Spa.

Palmaia The House Of Aia – Incastonato tra la giungla tropicale e le pittoresche acque turchesi del Mar dei Caraibi, a Playa del Carmen, sorge questo resort eco-sostenibile. Il nome Aia rappresenta la connessione di ognuno con la natura. Tutti sono benvenuti ed invitati a sedersi intorno a una tavola o accanto al fuoco. La Casa di Aia trascende l’età, la razza e il sesso. Un’oasi di pace con suite swim up con vista sull’oceano, Spa nella giungla, ristoranti gourmet supervisionati da Chef provenienti da ristoranti stellati Michelin nel mondo, spiaggia privata, piscine a sfioro. 314 camere lussuosamente arredate. Il concetto del Resort ed i servizi offerti sono diversi da qualsiasi altra proprietà della zona. Nel resort si respira un’atmosfera di pace e tranquillità, che ci si aspetterebbe da un ritiro yoga. Gli ospiti avranno l’opportunità di ristabilire la connessione tra mente e corpo con sessioni di meditazione guidata, lezioni di yoga, suoni, guarigione energetica e altro ancora totalmente immersi nella vibrante energia della giungla della Riviera Maya. Il programma “Architects of Life” è curato e guidato dallo Shamano residente. Comprende una serie di rituali e pratiche affinché tutti possano unirsi e imparare. È un programma completo mai offerto prima da un resort, poiché non si può amare la natura se non si ama se stessi. Il suono è una parte molto importante. La musica in forma grezza rende liberi, ma crea un legame tra gli uni e gli altri. I suoni sono echi di antichi ritmi che hanno avuto inizio nelle grotte dell’Africa e nelle valli della Mesopotamia. Ogni settimana vengono proposte le ultime novità in fatto di musica elettronica, deep fusion con DJ ospiti che suonano con strumenti acustici dal vivo. Ampia gamma di proposte culinarie pensate in perfetta armonia con la filosofia ed il concetto della struttura. Piatti che nascono dalle sapienti mani di abili e creativi Chef, con ricette a base di piante di provenienza locale:
LEK proposte di raffinata cucina messicana. Lo chef Eugenio, da un sapiente mix di cucina locale con influenze internazionali, abbina i sapori alla sua abilità di presentazione, esaltando spezie ed erbe selezionate, coltivate nella sua serra personale. Aperto per colazione, pranzo e cena alla carta.
SU CASA – International Beach Bar & Restaurant- Un ambiente rilassato tipico di una spiaggia caraibica dove assaporare i piatti con la sabbia sotto i piedi. Delizie stagionali, vegane, vegetariane, carne, pesce con preparazioni semplici e casalinghe Aperto per colazione pranzo e cena.
MAR DE OLIVO Mediterraneo- Lo chef Eugenio intraprende coraggiosamente una nuova direzione studiando la cucina mediterranea e coltivandone le tradizioni meno conosciute, quasi dimenticate. Perfetto per scoprire i sapori che i nostri antenati hanno assaporato da un impero all’altro. Aperto per cena alla carta.
UME – Fusione dell’Estremo Oriente- una vera porta di ingresso in Asia, un luogo in cui fragranze sensuali, sapori esotici e bellissimi colori mixano la cucina thailandese con i paesi sparsi attraverso il South Pacific Rim – Cena alla carta.
EL CAMINANTE – Food Truck – divertente e autentica proposta di “street food”. Il menu cambia ogni giorno preparato con ingredienti freschi Aperto dalle 11:00 alle 16:00
EOLO Beach Club, ATLAS Club
Presso Eolo Beach club Artisti del suono creano pezzi musicali ispirati ai ritmi della giungla. Un juice bar vegano con creazioni personalizzate in base all’ umore o alla poesia preferita. Bar a bordo piscina che servono cocktail di frutta fresca.

La Spa è ispirata alla filosofia di AïA . Il corpo è il vaso che offre le proprietà curative di madre natura nelle mani dei maestri guaritori pronti ad aiutarci. Presso Atlantis Spa, dove l’architettura ispirata alla giungla si fonde perfettamente con un design moderno, gli ospiti possono concedersi trattamenti ayurvedici, cerimonie Temazcal, bagno turco, massaggi rilassanti e altro ancora.
Per i più piccoli sono state pensate attività con educatori completamente formati che operano nell’ambito del sistema di formazione per insegnanti Waldorf, supervisionando le attività al chiuso e all’aperto in uno spazio dedicato. Un’animazione pensata per lasciare vagare l’immaginazione senza dimenticare il divertimento.

INFORMAZIONI UTILI

DOUMENTI DI VIAGGIO

Passaporto con validità residua di almeno sei mesi al momento dell’ingresso nel Paese.

VACCINAZIONI

Nessuna vaccinazione obbligatoria. Consigliata, per le zone tropicali dell’interno, la profilassi antimalarica. È opportuno non bere acqua, se non confezionata e sigillata. Considerati i costi dell’assistenza sanitaria consigliamo di stipulare una polizza assicurativa adeguata.

CLIMA

Il clima del Messico varia a seconda delle zone: è molto umido e caldo lungo le pianure costiere su entrambi i lati del paese mentre si fa più asciutto e temperato a mano a mano che si procede nell’interno e si sale di quota. La stagione delle piogge, caratterizzata anche da temperature elevate, va da maggio a ottobre. Le regioni costiere meridionali possono risultare sgradevolmente calde e terribilmente umide nel periodo compreso fra luglio e settembre anche più soggetto agli uragani che si potrebbero abbattere sulla costa del Mar dei Caraibi. I mesi da dicembre a febbraio sono in genere i più freddi dell’anno: nelle zone interne e più alte, i venti settentrionali possono fare scendere di parecchio la temperatura, che a volte si avvicina allo zero, mentre la temperatura sulle coste potrebbe scendere fino a 10 gradi durante la notte e stare sotto i 20 durante il giorno.

FUSO ORARIO

Meno 7 ore sempre, anche quando in Italia è in vigore l’ora legale.

TELEFONO

Per chiamare l’Italia dal Messico è necessario comporre il prefisso internazionale 0039 seguito dal prefisso della città e dal numero dell’abbonato. Per chiamare dall’Italia il prefisso è 0052 seguito dal prefisso e dal numero. I cellulari italiani potrebbero avere problemi ad essere utilizzati in Messico, consigliamo di munirsi di una scheda telefonica prepagato che troverete in loco in diversi negozi.

ELETTRICITA’

La corrente elettrica è a 110 volt, con prese di corrente a lamelle piatte. Consigliamo di munirsi di un adattatore universale in quanto, non tutti gli hotel ne dispongono.

LINGUA

Lo spagnolo è la lingua ufficiale, l’italiano è abbastanza capito e parlato vista la somiglianza delle lingue. L’inglese abbastanza parlato soprattutto nell’ambito turistico.

MANCE

Sono abituali e gradite; al ristorante, per quanto sia compreso il servizio nel conto, è da calcolare il 10 – 15%.

VALUTA

Peso Messicano (1 EURO = 26,27 PESOS)

RICHIEDI INFORMAZIONI

    *campi obbligatori





    0