Top

Kenya mare

LA NOSTRA ESPERIENZA IN KENYA

Nonostante i safari siano le esperienze più emozionanti che si possano fare in Kenya, anche i soggiorni mare sono molto apprezzati da turisti di tutte le nazionalità. Le sue spiagge sono splendide anche se fortemente colpite dall’alternanza delle maree. Con l’alta marea si possono fare invitanti nuotate nelle acque calde e cristalline, la bassa marea invece invita a lunghe passeggiate alla ricerca di stelle marine e piccoli pesci che rimangono imprigionati nelle pozze: entrambi i paesaggi sono molto suggestivi e mostrano aspetti diversi e molto interessanti.

Malindi è il più antico centro del turismo, una vivace cittadina ricca di resorts, ristoranti, bar e discoteche, con un’animata vita notturna, ma il punto di mare più bello è Watamu, circa 30 km a sud di Malindi, dove si trovano spiagge bianchissime e scenografiche lingue di sabbia. Molto bella anche la zona di Diani, a sud di Mombasa, dove sono concentrati lussuosi e bellissimi resorts. Purtroppo le spiagge del Kenya, soprattutto da luglio a settembre, a zone alterne, si riempiono di alghe che rendono problematica la balneazione, anche se non sono maleodoranti e non deturpano il paesaggio. A seconda delle correnti, però, le alghe si spostano di spiaggia in spiaggia, quindi è comunque sempre possibile trovare delle aree pulite per fare bagni e lunghe nuotate.

Dalla costa si possono fare numerose escursioni fra cui safari di almeno 1 notte al parco Tsavo oppure di 2 notti al parco Amboseli.

 

LE ESPERIENZE CHE RACCOMANDIAMO

-Passeggiare lungo le belle spiagge quando la bassa marea scopre un paesaggio mistico rilasciando piccoli pesci, coralli e stelle marine

-Passare una serata fra la movida di Malindi

-Fare un safari di almeno 1 notte

LE STRUTTURE CHE CONSIGLIAMO

(La selezione delle strutture viene fatta al momento dell’effettuazione del viaggio: ci scusiamo per eventuali variazioni nel corso del tempo)

PARCO TSAVO

Safari Galdessa – Bellissimo campo tendato all’interno del parco Tsavo Est. Le sue eleganti e lussuose tende hanno magnifici bagni in pietra, letti con zanzariere e panoramiche verande in legno affacciate sulla savana. Durante il giorno le tende possono rimanere aperte sulla veranda per rilassarsi in compagnia di elefanti e altri animali che si abbeverano nel corso d’acqua antistante. Ottimo ristorante sotto un magnifico tendone con divani coperti da cuscini per un romantico aperitivo o per rilassarsi dopo la cena.

KENYA MARE

7 Islands Resort – Un gioiello italiano che sorge all’interno della spettacolare riserva naturale di Watamu e si affaccia sulle tre Isole dell’Amore, uno dei luoghi più esclusivi e suggestivi del Kenya. La splendida baia su cui sorge è caratterizzata da un incantevole susseguirsi di oceano, corallo e sabbia bianchissima con davanti magnifici isolotti raggiungibili a piedi nei momenti di bassa marea. Piccolo e accogliente, il resort coniuga elementi tipici del Kenya con i comfort più moderni. La proprietà interamente italiana garantisce un’alta qualità sia nei servizi che nella ristorazione. Il trattamento previsto è di Tutto incluso, ideale sia per coppie che per famiglie con bambini.

Sun Palm Beach Resort – Il Sun Palm è un resort raccolto e dotato di ogni comfort armoniosamente immerso in un contesto naturale selvaggio e incontaminato a Watamu. La gestione italiana garantisce un servizio attento ai gusti e alle esigenze degli ospiti, anticipandone i desideri. La recente ristrutturazione ha donato all’hotel un’atmosfera ancora più ricercata pur mantenendo lo stile africano che lo caratterizza. La sua fantastica posizione, su una delle spiagge più belle della località, con vista sulla famosa “isola dell’Amore”, offre agli ospiti la possibilità di concedersi piacevoli passeggiate anche durante la bassa marea. Trattamento previsto di Soft All Inclusive. L’animazione di impronta internazionale e locale rallegrerà le serate degli ospiti.

Jacaranda Beach Resort – Ottimo resort molto famoso per la sua straordinaria posizione all’interno di una Riserva Marina protetta a Watamu e a ridosso di uno dei tratti di spiaggia più suggestivi di tutto il Kenya, la cosiddetta Sardegna 2. Nei paraggi dell’hotel si trova una lingua di sabbia bianchissima che si spinge in mare e affiora con la bassa marea creando un paesaggio spettacolare di una successione di piccoli atolli bianchi raggiungibili facilmente a piedi. Pur essendo oramai un pò datato, il resort è ben curato nelle aree comuni, con giardini ricoperti da bouganvillae multicolori. L’ambiente incontaminato che lo circonda lo rendono ideale per chi cerca una vacanza rilassante e rigenerante a contatto con la natura. La gestione italiana ne garantisce I servizi. Trattamento previsto di soft all inclusie.

The Sands at Chale Island – Chale Island è una piccola isola privata davanti alla costa del Kenya a sud di Mombasa, una magica fusione di natura e tranquillità unite ad eleganza e romanticismo. SI raggiunge in barca durante l’alta marea e con una sorta di trattore durante la bassa marea. Il resort, costruito con particolare attenzione per la natura e l’ambiente, è uno degli hotel del Kenya con il minor impatto ambientale. Ha bellissimi cottage affacciati sul mare, con grandi spazi esterni arredati con letti a baldacchino dove potersi rilassare all’aria aperta, bagni e docce all’aperto. Il centro benessere “Maisha Poa” (Swahili: bella vita) è costruito nel cuore dell’isola dove le energie delle antiche mangrovie, il lago di marea, le grotte coralline e la leggera brezza si accumulano per fornire l’ambiente perfetto dove rilassarsi. Nove sale per trattamenti all’aperto situate sul lago offrono una vasta gamma di trattamenti per coccolare e rigenerare. Dalla sua bella spiaggia bianca ci si può bagnare anche con la bassa marea. La bassa marea qui scopre un paesaggio surreale fatto di rocce a forma di ombrello che emergono da una bassa palude dove si intravedono conchiglie e coralli. Questo è il momento per fare il giro dell’isola a piedi accompagnati dal biologo dell’hotel che svela i segreti anfratti e le creature marine che si mostrano con il ritirarsi delle acque: un’affascinante vita misteriosa che emerge e di nuovo scompare nell’alta marea. Si arriva fino all’altra splendida spiaggia dell’isola che si raggiunge anche dall’interno attraverso la foresta fra scimmie simpatiche e dispettose.

 

 

INFORMAZIONI UTILI

DOCUMENTI DI VIAGGIO 

È necessario il passaporto con validità di almeno 6 mesi dalla data di partenza e con almeno una pagina libera. Il visto è ottenibile in arrivo al costo di Usd 50 o 40 Eur.

CLIMA

Gradevole durante tutto l’anno, con temperature che oscillano tra i 24 e i 30 gradi. Esistono due stagioni più umide: da aprile a giugno, i mesi più piovosi con piogge anche torrenziali, e da ottobre a novembre.

VALUTA

La moneta ufficiale in Kenya è lo scellino kenyota: 125 scellini equivalgono a 1 Eur. Sono accettate le principali carte di credito ma viene generalmente effettuata una maggiorazione sulle spese. Non vengono generalmente accettati dollari in banconote di vecchia matrice emessi prima del 2000.

TELEFONO

Le telefonate sono molto costose. La copertura GSM è discreta, ma non è garantita su tutto il territorio. Il prefisso per l’Italia è 00039, dall’Italia per Kenya 00254.

ELETTRICITÀ

La corrente elettrica è da 220/240 Volts. Consigliamo di munirsi di un adattatore per prese a lamelle piatte

LINGUA

Le lingue ufficiali sono il kiswahili e l’inglese.

RELIGIONE

La più diffusa è il Cristianesimo.

VACCINAZIONI 

Facoltativa la profilassi antimalarica e la febbre gialla.

FUSO ORARIO

La differenza di fuso orario è di 2 ore rispetto all’ora solare italiana, 1 ora in più rispetto all’ora legale.

DIVIETO DI ESPORTAZIONE E IMPORTAZIONE

E’ severamente proibito esportare dal Paese i seguenti articoli e loro derivati: avorio di elefante, corno di rinoceronte, tartaruga marina, coralli, madrepore e pelli di rettili. Dato che il solo possesso di questi articoli costituisce reato ed è punito con pene severissime, si raccomanda la massima attenzione anche in fase di transito aeroportuale circa il possesso di monili di avorio e/o di conchiglie. E’ invece vietato importare contenitori o sacchetti in plastica che potrebbero inquinare.

RICHIEDI INFORMAZIONI

    *campi obbligatori





    0