Top

Il meglio del Brasile

ITINERARIO DI VIAGGIO

1°GIORNO:  ITALIA-SALVADOR BAHIA

Ritrovo dei partecipanti all’aeroporto prescelto e volo per Salvador Bahia. Pernottamento in volo.

2°GIORNO:  SALVADOR BAHIA

Arrivo a S.Bahia e trasferimento in  hotel. Sistemazione nelle camere riservate. Giornata libera per riposarsi o per familiarizzare con la città. Salvador de Bahia, detta “la Roma nera del Brasile” per le sue numerosissime chiese, è la città più africana del paese, che conserva ancora gelosamente tutte le antiche credenze e le segrete magie del popolo degli schiavi africani, che ne hanno fatto la storia.  E’ qui infatti, dove il Brasile affonda le sue radici, da quando, nel Cinquecento, le prime navi europee sbarcavano migliaia di schiavi in catene, strappati agli dèi dell’Africa, senza i quali il paese non esisterebbe! Una città profondamente umana, che non ha eguali in Brasile. Culla di tutti i culti ereditati dall’Africa, è capitale di religioni, cerimonie e balli: qui ci sono le migliori scuole di Capoeira e di maculele (lo sport da combattimento legato alla capoeira),  il carnevale più popolare e le più belle feste religiose. E’ famosa per le cerimonie di candomblé, una religione importata dalle popolazioni yoruba, originarie del delta del Niger, portatori di una delle civiltà più fiorenti e complesse dell’Africa. Essi credono in uno spirito guida (orixà), che abita dentro ogni individuo, attribuendo un valore sacro ai vari aspetti della sua personalità. Le cerimonie e le feste hanno lo scopo di far manifestare queste divinità fra i viventi, attraverso la trance. Al dio fisicamente presente nel corpo del fedele posseduto, si potrà chiedere di usare il suo potere per aiutare a risolvere i problemi della vita.  Le feste di Candomblé sono spettacolari e non lasciano indifferenti: una delle esperienze più belle e toccanti che si possano vivere in Brasile, sia per i canti e i ritmi febbrili, la bellezza dei costumi, sia per la potenza non violenta delle trance che vi si manifestano. In serata incontro con la guida che ci porterà ad assistere ad una di queste indimenticabili cerimonie. Pasti liberi, pernottamento in hotel.

3°GIORNO:  SALVADOR BAHIA

Prima colazione in hotel e incontro con la guida per visitare la città. Visiteremo il centro storico, patrimonio dell’Unesco, dove abbiamo l’hotel e dove vivono tutto il fascino e la sensualità di Salvador. Largo do Pelourinho ne è il cuore, magnifico e armonioso insieme di case coloniali restaurate in colori pastello, dove vivevano i ricchi signori dello zucchero. Dai loro balconi in ferro battuto, potevano assistere ai supplizi degli schiavi, che spesso venivano frustati fino alla morte. Bellissima la chiesa e convento Sao Francisco, di un lusso strabiliante, con interni completamente coperti d’oro, splendido esempio di barocco della fine del XVIII secolo; la chiesa e Conveno do Carmo, con altare in oro e argento e la stupefacente e smisurata ricchezza della sua sacrestia, la più decorata del Brasile, accessibile solo agli ospiti dell’hotel, dove il delirio del barocco trionfa in tutta la sua potenza. In serata rientro in hotel e pernottamento.

4°GIORNO:  SALVADOR BAHIA- CUMBUCO                           KM 25

Prima colazione in hotel. Giornata a disposizione per visite individuali e shopping.  Pasti liberi. In tarda serata trasferimento in aeroporto e volo per Fortaleza.  Incontro con la guida parlante italiano e trasferimento in 4×4 a Cumbuco  (ca 40 minuti). Sistemazione in hotel e pernottamento.

5°GIORNO:  CUMBUCO-JERICOACOARA                             ca       KM 250

Prima colazione in hotel e inizio della nostra avventura in 4×4  che ci porterà attraverso lo stato del Cearà, del Piauì e del Maranhao, un tragitto per la maggior parte percorso su spiaggia, fra maestosi paesaggi ancora poco contaminati dall’inquinamento e dal turismo di massa. Inizieremo con il percorrere la costa del Cearà, 600 km di spiagge tra le più belle in assoluto del Brasile, strette fra il blu intenso dell’Oceano, e una vasta distesa di enormi dune bianche, che conferiscono al paesaggio un’atmosfera selvaggia e primitiva. Oggi attraverseremo il fiume Suipé fra dune e paesaggi infiniti. Passeremo su meravigliose spiagge deserte, palmeti, lagune, e ci arrampicheremo su e giù sulle dune con il nostro fuoristrada. Passeremo Pericoare, Barra, Carnaubinha, Pedra do Melo e Lagoinha, fino al  paradisiaco villaggio di Fleixeiras, dove faremo una sosta per la visita. Ci fermeremo sulle spiagge più belle per godere del mare e del sole, fino ad arrivare, nel tardo pomeriggio, a Jericoacoara, considerata la perla del Cearà. Sistemazione in hotel. Cena libera e pernottamento.

6°GIORNO:  JERICOACOARA

Prima colazione in hotel. Giornata a disposizione per attività balneare o per visite individuali. Pasti liberi. Jericoacoara, conosciuta anche come “Jeri”,  è una località balneare alla moda, situata all’interno di un parco nazionale assai remoto, e vanta una combinazione perfetta di paesaggi costieri spettacolari, numerose attività sportive e ricreative, ristoranti di ottima qualità e una vivace vita notturna. Ma è sulla maestosa duna “Por do Sol”, che ogni sera il fascino di Jeri raggiunge il suo culmine: questo è uno dei pochi posti sulla terra in cui si può assistere al raro fenomeno del “raggio verde”, un lampo della durante durata di un millisecondo nel preciso istante in cui il sole svanisce sotto l’orizzonte! E’ usanza prendere un aperitivo davanti a questo inusuale spettacolo, durante il quale, spesso, si assiste ad esibizioni di capoeira sulla spiaggia.  Pernottamento in hotel.

7°GIORNO:  JERICOACOARA-PARNAIBA                              ca     KM 200

Prima colazione in hotel e partenza con i tipici dune buggies per il tranquillo villaggio di pescatori di Comocim.  Attraverseremo ancora splendide spiagge deserte, dune e lagune, ci fermeremo per un bagno e un po’ di relax al sole, e sosteremo per il pranzo libero  a Tatajiba, piccolo paesino sperso fra le dune. A Comocim lasceremo i simpatici buggies, per un bus privato che ci porterà a Parnaiba, dove arriveremo nel pomeriggio.  Sistemazione in hotel. Qui siamo nello stato del Piauì, uno dei più vasie del Nordeste, e purtroppo anche uno dei più poveri, che però vanta numerosi luoghi di interesse naturalistico. Verso il tramonto inizieremo la bellissima escursione notturna in barca sui canali del delta del Parnaiba. Il delta del Parnaiba, o delta das Americas, è una distesa di 2.700 kmq di isole, spiagge, lagune, canali, dune di sabbia e foreste di mangrovie ed è popolato da una ricchissima fauna. Si estende fra gli stati del Piauì e del Maranhao e forma un complesso che incontra similitudini solo con il Nilo e il Mekong. L’escursione notturna permette di avvistare numerosissimi animali, fra i quali gli alligatori del delta. In tarda serata rientro in hotel, cena libera e pernottamento.

8°GIORNO   PARNAIBA-CABURE’-ATINS

Prima colazione in hotel e trasferimento al Porto de Tatus con bus privato. Qui ci imbarcheremo su una barca privata per attraversare il delta del Parnaiba, fra i suoi grandiosi paesaggi, con possibilità di avvistare altri tipici animali come scimmie, tartarughe, coccodrilli e molte specie di uccelli. Sbarcheremo al porto di Tutòia, dove saremo attesi da veicoli 4×4 coi quali ci dirigeremo verso Caburè. Qui siamo nello stato del Maranhao, ed entriamo nella regione del Parco Nazionale del Lencois Maranhenses, uno dei punti focali del nostro viaggio. Attraverseremo il parco del piccolo Lencois, con di nuovo l’oceano da una parte e le immense dune del parco dall’altra! Arrivo a Caburè, piccolo villaggio di pescatori ormai in forte espansione turistica, posizionato su una lingua di sabbia al temine del parco del Lencois. Qui ci rilasseremo sulla spiaggia o su una hamaca del resort che ci ospiterà, con possibilità di usare toilets e docce. Pranzo libero. Prima del tramonto ci imbarcheremo su una barca privata per attraversare il fiume Preguicas fino ad Atins, per vedere il famoso ibis rosso, di un colore rosso a cui non si può credere, e il migliore momento per avvistarlo è al tramonto. L’escursione dura circa 40 minuti. Sbarco ad Atins , piccolo villaggio e porta del parco del Lencois. Sistemazione in hotel. Cena libera e pernottamento.

9°GIORNO:  ATINS-BARRERINHAS

Prima colazione in hotel e visita del Parco Nazionale del Lencois Maranhenses in 4×4. Fantastico e sorprendente, questo è uno dei luoghi del pianeta in cui la natura ha creato qualcosa di eccezionale.  Immense dune di sabbia dal candore abbagliante, ondeggiano come lenzuola (lencois) a perdita d’occhio, su una superficie di 155.000 ettari, con un’altezza che talvolta raggiunge i 25 mt, intervallate da migliaia di limpidissimi laghetti di acqua dolce, di un colore a metà tra il blu e il verde cristallino.  Un deserto di sabbia senza nessuna traccia di vita, uno spazio infinito di silenzio, che si estende su 50 km nell’ entroterra e 70 km lungo la costa offrendo rifugio a esemplari di tartarughe marine in via di estinzione e a bellissimi uccelli migratori. E’ senz’altro uno dei posti più belli e più sorprendenti del Brasile, un angolo di Paradiso a lungo dimenticato e quasi tenuto segreto, che oggi sta iniziando ad attirare sempre più visitatori, soprattutto dopo essere stato set di alcune serie televisive e un famoso film brasiliano “casa di sabbia”. Scopriremo le bellezze del parco a piedi, tuffandoci nelle acque dei numerosi laghi cristallini e rilassandoci sulle sue sponde e sulle sue bellissime spiagge deserte. Pranzeremo ad Atins al Ristorante Antonio (pranzo incluso), famoso per i migliori gamberi del Nordest del Brasile. Dopo pranzo imbarco su una barca privata per una crociera sul fiume Preguicas, che divide in due il parco, costeggiato da alte mangrovie, da dove osserveremo la quotidiana e tranquilla vita dei piccoli villaggi che si affacciano sulle fresche acque del fiume, con alle spalle le candide dune del Lencois. Sosta al pittoresco villaggio di pescatori di Mandacaru, dal cui faro si gode una fantastica vista su tutto il parco. Sbarcheremo a Barreirinhas nel tardo pomeriggio. Sistemazione in hotel. Cena libera e pernottamento.

10°GIORNO: BARRERINHAS-LENCOIS-SAO LUIS DO MARANHAO          KM 276

Prima colazione in hotel. Mattinata dedicata alla visita in 4×4 della parte più interna del Parco del Lencois, quindi godremo ancora a fondo di questo fantastico posto, approfittando ancora delle sue acque cristalline per poter nuotare e rilassarsi. Pranzo libero. Rientro a Barrerinhas nel primissimo pomeriggio e partenza in minibus per Sao Luis, circa 4 ore di strada attraverso bellissime piantagioni di babassu e buriti. Il babassu è una palma originaria del Brasile, che cresce soprattutto nelle zone del nord, ed è alta circa 20 metri. I suoi frutti assomigliano a delle piccole noci di cocco e sono raccolti in grappoli. Da queste piccole noci si raccoglie un olio che da secoli viene utilizzato dalle donne brasiliane per mantenere la pelle liscia e vellutata. Ciò è dovuto ad una particolare composizione dei frutti, ricchi soprattutto in acidi grassi. La pianta è una sorta di “pianta sacra” in quei posti, perché non si butta via niente: con le foglie ad esempio si possono fabbricare tetti, si produce la carta ed altri oggetti domestici. I buriti sono il frutto di una delle palme più grandi della Amazzonia: la Mauritia flexuosa, alta fino a 35 mt, da cui si ricava un olio ricco di carotenoidi e di provitamina A,  particolarmente indicato per l’uso cosmetico grazie alle sue proprietà antiossidanti e rigeneranti. Arrivo a Sao Luis e sistemazione in hotel. Cena libera e pernottamento.

11°GIORNO: SAO LUIS DO MARANHAO-MANAUS

Prima colazione in hotel e visita guidata di questa bellissima città coloniale, patrimonio dell’Unesco. Sao Luis do Maranhao è l’unica città del Brasile fondata dai Francesi nel 1.612, ma conquistata dagli Olandesi dopo solo 2 anni.  Essa ha vissuto per lungo tempo all’ombra a causa della sua posizione geografica isolata, conservando così un centro storico intatto (anche se in gran parte restaurato): una valanga di tetti dalle tegole lucide, sovrasta le splendide facciate di azulejos delle dimore borghesi.  E’ una città ricca di fascino con un’atmosfera straordinaria e vanta la più alta concentrazione di musei, gallerie d’arte e negozi di artigianato del Nordest. Pranzo, pomeriggio e cena liberi. In serata trasferimento in aeroporto volo per Manaus. Trasferimento in hotel. Pernottamento.

12°GIORNO: MANAUS-AMAZZONIA

Prima colazione in hotel. Alle ore 08.00 incontro con la guida locale e trasferimento al porto Ceasa. Imbarco su una barca veloce che ci porterà a vedere il famoso fenomeno dell’incontro delle acque, dove il Rio Negro di colore bruno-rossastro, incontra il Rio Solimoes di colore marrone chiaro. I due fiumi rifiutano di fondersi a causa della diversa temperatura e velocità, e scorrono fianco a fianco per diversi chilometri, creando uno spettacolo alquanto insolito. Dopo la visita inizieremo la bellissima esperienza di soggiornare all’interno della foresta Amazzonica! Un minivan ci porterà in tre ore al paesino di Lindoa, poi da lì, un’ora di barca veloce fino al lodge. L’Amazzonia è una delle ultime aree selvagge del nostro pianeta e, da sola, ne rinnova almeno il 20% dell’ossigeno. Il bacino amazzonico si estende su una superficie da 7 a 8 milioni di kmq (circa 25 volte l’Italia) ripartita fra 9 paesi: l’80% è ricoperto da foresta tropicale, di cui il 60% appartiene al Brasile. Il Rio delle Amazzoni, che si contende il primato per lunghezza con il Nilo, ha una portata d’acqua incomparabile: fino a 300 milioni di litri di acqua al secondo, ovvero lui da solo getta nel mare un quinto del totale delle acque dolci dell’intero pianeta. La curiosità è che non è attraversato da nessun ponte, in nessun punto! Purtroppo la maggior parte dei visitatori rimane delusa da una visita dell’Amazzonia, perché si aspetta di fare in pochi giorni esperienze alla Discovery Channel, tipo incontri con giaguari, anaconde, o tribù con ossa nel naso, ma questo non accade praticamente mai!  Le esperienze da apprezzare in questa incredibile terra sono molto più sublimi e contemplative, come ascoltare i rumori inaspettati della foresta, respirane gli odori, sorprendersi alla presenza di un animale o una pianta mai visti prima, correre in canoa in una foresta allegata, fare il bagno nelle fresche acque dei suoi fiumi, Il rio Urubu ha acque scure, come il rio Negro a causa di acidi rilasciati dalla decomposizione di sostanze organiche, che uccidono molti batteri e parassiti delle acque rendendole sicure per nuotare e soprattutto tengono lontane le zanzare (altro motivo per il quale ho scelto questo posto). Il lodge è costruito con un concetto di ecoturismo ed è alimentato con un sistema di energie rinnovabili supportato da pannelli solari e si trova sulle rive del fiume, con alle spalle la foresta. E’ dotato di una torre da dove si gode di una vista mozzafiato, dove al tramonto ci si può rilassare sulle amache. Arrivo al lodge, sistemazione nelle camere con bagno privato e pranzo. Tempo a disposizione per un bagno rinfrescante nel fiume, e partenza per l’escursione in canoa nei piccoli canali della foresta allagata, dove incontreremo i delfini di acqua dolce, pescheremo i piranhas e ci godremo il tramonto amazzone.  Rientro al lodge per la cena e pernottamento.

13°GIORNO:  AMAZZONIA

Presto al mattino inizieremo un altro tour in canoa per avvistare uccelli, delfini grigi e rosa e godersi l’alba amazzone. Rientro al lodge per la colazione. Dopo colazione passeggiata nella foresta dove la guida ci mostrerà le varie piante medicinali e alberi tipici della zona. Possibilità di incontrare varie specie di scimmie. Rientro al lodge per il pranzo. Nel pomeriggio partiremo per una delle esperienze più entusiasmanti del viaggio: ci addentreremo nella foresta più vergine e sempre più fitta per un bel trekking salutare e rigenerante, fino al punto in cui piazzeremo il campo e le hamacas per la notte. La guida ci spiegherà le regole principali per sopravvivere nella foresta e come costruire gli utensili con le materie prime disponibili.  Cena al campo e pernottamento sulle hamacas, nel mezzo della foresta, immersi negli odori e nei suoni della foresta amazzonica, unico e incomparabile modo per festeggiare il ferragosto!

14°GIORNO: AMAZZONIA-MANAUS-BELO HORIZONTE

Risveglio al mattino presto, al richiamo di migliaia di uccelli e al magico grido delle scimmie urlatrici, e colazione nel vero mezzo della natura!  Inizio della passeggiata di ritorno al lodge, previsto verso le 13.00. Pranzo libero e trasferimento in aeroporto, sempre attraversando la foresta. Volo per Belo Horizonte. All’arrivo ritiro dei minivan riservati in aeroporto e trasferimento in hotel. Belo Horizonte, capitale del Minas Gerais, è la terza città più grande del Brasile ed è situata a 850 mt di altitudine, circondata da colline e montagne verdeggianti che le conferiscono un clima più fresco di una decina di gradi rispetto a quello di Rio. Sicuramente non è una delle più belle città del Brasile, ma è una tappa obbligatoria sulla strada delle città coloniali barocche del Minas Gerais. Pernottamento in hotel.

15°GIORNO: BELO HORIZONTE-MARIANA-OURO PRETO            KM 116

Prima colazione in hotel e partenza alla scoperta di questa bellissima regione di campagna, prima produttrice di ferro e pietre preziose del paese (Minas Gerais infatti significa “miniere generali”). Le citades històricas che visiteremo, tutte testimoniano chiaramente il loro comune passato di colonia portoghese, grazie alle loro strade lastricate, campanili barocchi e vicoli tortuosi pieni di fiori, ma ognuna possiede un fascino del tutto particolare e unico. Mariana, è un’incantevole cittadina fondata nel 1711, che vanta due delle piazze più graziose della regione.   Il piano terreno di molti palazzi storici è stato riadattato per poter ospitare negozi. Boutiques e laboratori di artisti. Dopo la visita, proseguimento per Ouro Preto, il gioiello barocco più prezioso dello stato di Minas Gerais, classificato dall’Unesco, nel 1980, monumento storico e culturale. La splendida cittadina  si trova a 1.180 mt di altitudine, ed è circondata da un paesaggio di montagne e valli, e rappresenta davvero un tuffo nel passato di due secoli fa. Vie e lastroni arrotondati e levigati, che salgono e scendono secondo il capriccio delle colline, fiancheggiate da case coloniali con facciate bianche, finestre colorate, portali di pietra, balconi in ferro battuto e tetti di tegole rosse patinate che cadono a cascata. Tutt’altro che una città museo, Ouro Preto rimane un luogo culturalmente vivace e studentesco. La sua ricchezza si basa, come tutta la regione, sulle pietre preziose e le miniere di ferro. Fu fondata nel XVII secolo dai pionieri, che vi scoprirono importanti giacimenti d’oro nei fiumi e nelle montagne e per circa un secolo diventò una nicchia riservata ai ricchi coloni portoghesi protetti dal re. Costruttori e artisti dal Portogallo vi si insediarono, assicurandone lo sviluppo e creando una “Eldorado” brasiliana. Fiorirono chiese sontuose stile barocco e rococò, splendide dimore signorili e pregiate fontane tanto che fu chiamata “la città ricca”. Ouro Preto ebbe l’onore di essere città natale, nel 1730, di un grande della storia artistica del Paese: Antonio Francisco Lisboa, detto l’Aleijadinho ,  colui che viene definito “il Michelangelo brasiliano”. Figlio di un architetto portoghese e una schiava nera,  il giovane divenne famoso in tutto il Brasile, pur non avendo mai varcato i confini della sua regione. Quando nel 1777 contrasse la lebbra, ne rimase sfigurato e mutilato, ma continuò a lavorare, facendosi addirittura fissare martello e scarpello in fondo ai monconi, e trovando in questa sofferenza , una nuova forza che trasmise alla sua arte, un’energia che traspare in tutte le sue opere. Morì in miseria nel 1814 ed è sepolto nella chiesa Matriz de N.Senhora da Conceicao de Anonio Dias, pochi metri dalla casa natìa. Visiteremo, fra le altre, la bellissima chiesa San Francesco d’Assisi, la cui facciata è interamente opera di Aleijadinho, che costituisce la testimonianza più importante dell’arte coloniale brasiliana. Sistemazione in hotel. Pasti liberi. Pernottamento.

16°GIORNO: OURO PRETO-CONGONHAS-TIRADENTES                      KM 170

Prima colazione in hotel e partenza per Congonhas, 55 km, per visitare la bellissima Basilica do Senhor Bom Jesus de Matosinhos, che custodisce il capolavoro supremo di Aleijadinho: i Profeti, un’opera magnifica e imponente alla quale l’artista dedicò le sue ultime forze animato da una passione dirompente. Queste 12 statue di straordinaria bellezza, che rappresentano i profeti nell’atto di annunciare la venuta di Cristo, sembrano quasi danzare, al punto che muoversi liberamente in mezzo a loro è un’esperienza davvero emozionante! Le sofferenze a cui l’artista si sottopose per la loro esecuzione, si palesano nel targico sfavillio dei volti e degli atteggiamenti. Dopo la visita proseguimento per Tiradentes, 115 km. Sistemazione in hotel. Immersa tra le colline a 930 mt di altitudine, e circondata da monti dai contorni morbidi, Tiradentes non ha ceduto alle tentazioni del modernismo. In nessun altro luogo, il fascino coloniale e l’ambiente naturale si armonizzano bene come a Tiradentes. Cittadina bassa e bianca, potrebbe essere considerata un museo all’aria aperta di architettura coloniale dell’epoca d’oro, anch’essa con le sue viuzze acciottolate o lastricate segnate dal tempo, le chiese e cappelle barocche, le case bianche e colorate, le botteghe di artigianato e antiquariato le gallerie d’arte, le cioccolaterie, i negozi raffinati……………..il tutto immerso nella sua magica atmosfera retrò ancora molto autentica. Pasti liberi, pernottamento.

17°GIORNO: TIRADENTES-PARATY                                           KM 424

Prima colazione in hotel e partenza per Paraty, una delle città coloniali più fotografate della costa brasiliana, situata sulla costa Verde, ricca di penisole che si protendono sul mare e di incantevoli spiagge isolate, con alle spalle alte montagne ammantate di foreste che sembrano gettarsi nella baia disseminata di isolette. La città nacque come scalo marittimo fra il Portogallo e il Minas Gerais, dove transitavano oro e pietre preziose, sete e spezie che ne fecero il porto più importante del XVIII secolo. Con l’abolizione della schiavitù e la costruzione della ferrovia Rio-Sanpaolo, la città cadde nell’oblio, ma questo abbandono fu la salvezza per la sua eccellente conservazione. Pavimentazioni sconnesse e lastricati in pietre dette “piedi di monello”, irregolari e scivolose, vecchie dimore con balconi in ferro battuto e il suo affascinante porto, con i cannoni originali del XVIII sec., fanno di Paraty, un altro piccolo e grazioso gioiello coloniale brasiliano, patrimonio dell’Unesco sin dal 1.958. Arrivo in tarda mattinata e sistemazione in hotel. Pranzo libero e pomeriggio dedicato alla visita della città. Cena libera e pernottamento.

18°GIORNO: PARATY

Prima colazione in hotel. Giornata dedicata al relax balneare sulle belle spiagge che circondano la città, oppure per fare una bellissima escursione in barca su alcune delle 65 isolette della baia, in cerca delle spiagge più inaccessibili e incontaminate. Pasti liberi, pernottamento in hotel.

19°GIORNO: PARATY-RIO DE JANEIRO                                      KM 252

Prima colazione in hotel e partenza alla volta della famosa capitale. Costeggeremo il mare da un lato, e i monti ricoperti da alberi fioriti dall’altro, con paesaggi che si aprono su baie, isole, montagne e cascate da sogno.  All’arrivo a Rio, rilasceremo i nostri minivan nell’ufficio di Copacabana. Sistemazione in hotel. Pranzo libero. Rio de Janeiro è semplicemente una delle città più belle e vivaci del mondo ed è tappa obbligatoria per tutti i turisti che si recano in Brasile. La sua posizione unica, fra montagne coperte di foreste, e lunghe spiagge dalla bellezza mozzafiato, incanta subito il viaggiatore che in nessun’altra città troverà un simile scompiglio di rilievi, una tale, fantastica anarchia geografica. La città fu scoperta per la prima volta dagli europei, il primo gennaio del 1502. Nel 1808 la famiglia reale portoghese lasciò Lisbona per Rio, facendola diventare la capitale del Brasile e dell’Impero portoghese. Rimase sede della monarchia brasiliana fino al 1960, quando il titolo passò alla nuova città di Brasilia. Oggi Rio è una metropoli internazionale e nello stesso tempo spettacolare resort tropicale. I suoi abitanti, chiamati Carioca, sono rilassati, cordiali e amano molto divertirsi e fraternizzare. Alle ore 14.00  ci verrà a prendere in hotel la guida di  Favela Tours, un’organizzazione che finanzia svariate iniziative per la riabilitazione dei giovani che vivono nelle favelas (baraccopoli). Favela Tours ha cambiato l’opinione comune che le favelas siano solo aree dalle quali tenersi alla larga, orientando l’interesse del turismo anche verso questa realtà, certamente più triste ma importante da conoscere per poter capire i diversi aspetti della città. Circa il 20% della popolazione delle grandi città, abita nelle Favelas (a Rio ce ne sono quasi 600, 1.200 a San Paolo), in case costruite per lo più dal proprietario, in mattoni o cemento. Oggi il governo ha dotato le favelas di acqua corrente ed elettricità, alcune di fognature e ci sono molti progetti di urbanizzazione ancora per la maggior parte incompiuti. Visitare una favelas può essere un gesto utile e altruista, visto che parte del ricavato viene versato in aiuto dei vari progetti di sviluppo. Visiteremo Rocinha, la più grande favela del Brasile, con ca 60.000 abitanti, dove la guida ci darà nozioni circa le abitudini, la sicurezza, l’architettura; successivamente Vila Canoas, con 2.500 abitanti, dove faremo una passeggiata e visiteremo la scuola, finanziata in parte da Favela Tours, dove potremo acquistare oggetti di artigianato fatti dai bambini. Rientro in hotel verso le 17.00, tempo a disposizione per relax o per una passeggiata sulla spiaggia di Ipanema e Copacabana. Cena libera e pernottamento.

20°GIORNO: RIO DE JANEIRO

Prima colazione in hotel e incontro con la guida che ci accompagnerà nelle due giornate di visita della città.  Inizieremo con la salita del monte Corcovada (710 mt), che si raggiunge dalla foresta di Tijuca, il più grande bosco urbano del mondo proprio nel cuore di Rio, da cui si gode di un magnifico panorama. Sulla vetta si erge maestosa la famosa statua del Cristo Redentore, alta 38 mt, 700 tonnellate di peso, che sembra voglia abbracciare tutta la città. Nel pomeriggio visita al Pan di Zucchero, altra collina  raggiungibile con 2 tratte di teleferica, dalla quale si gode di una vista mozzafiato, diversa da quella del Corcovado. Ai suoi piedi il quartiere di Urca, molto tranquillo e con stupende dimore in art Decò, si presta per una bella passeggiata. Pasti liberi. Rientro in hotel e pernottamento

21°GIORNO: RIO DE JANEIRO

Prima colazione in hotel . Oggi visiteremo il centro città con il quartiere amministrativo e degli affari, affollatissimo durante il giorno e deserto alla sera, con centinaia di ristoranti e migliaia di venditori ambulanti. Attraverseremo avenida Rio Branco, una specie di Fifth avenue con grattaceli amministrativi e bancari, fino al centro storico che ospita numerose residenze d’epoca e monumenti coloniali. Visiteremo la chiesa de Nossa Senhora da Candelaria, la Chiesa Sao Francisco da Penitencia, un gioiello del barocco brasiliano, tutta ricoperta d’oro, talmente ricca da togliere il fiato. Proseguiremo con il quartiere di Santa Teresa, una sorta di Montmartre lussureggiante, lontano dal caos e dalla frenesia del centro. Gli artisti bohémien hanno invaso i palazzi sontuosi, abbandonati quando intorno al quartiere iniziarono a nascere le favelas. Si susseguono delle ville incredibili e tutte diverse, fra cui un castello disneyano arroccato in cima a Santa Teresa, con torrette dal tetto verde. Stradine pedonali acciottolate dal fascino tranquillo, invitano a passeggiate senza precise mete. Rientrando in hotel visiteremo Copacabana, la spiaggia più famosa del Brasile, che si estendo per 4,5 km fino al Pan di Zucchero. Abitata dalla classe media e popolare e ricca di venditori ambulanti, Copacabana è divenuta un susseguirsi di bar per turisti, prostitute e borseggiatori………ma rimane comunque una tappa imperdibile!  Ipanema invece, abitata dalla classe più ricca, è decisamente più chic e molto più attenta al look. E’ la spiaggia più snob e sofisticata, ma anche la più pulita e modaiola. Rientro in hotel. Pasti liberi, pernottamento.

22°GIORNO: RIO DE JANEIRO-IGUACU

Prima colazione in hotel e trasferimento in aeroporto. Volo per Iguacu. Trasferimento privato all’hotel Das Cataratas, 5 stelle, della catena Orient Express, il più bello ed elegante della zona. Il maestoso edificio coloniale di colore rosa, è l’unico hotel che si trova all’interno del parco, vicino alle cascate (sono raggiungibili a piedi), il che significa che dalla nostra finestra potremo ammirare una vista da un milione di dollari! Siamo nello stato del Paranà, che ha il più alto tenore di vita e grado d’istruzione del paese. Esso vanta numerose meraviglie geologiche ed ecologiche, fra le quali senz’altro la più stupefacente è rappresentata dalle maestose cascate di Iguaçu, considerate fra le più spettacolari al mondo. Esse sono formate da 275 salti in un’area di 3 km di larghezza e 80 mt di altezza: superano le cascate Victoria in ampiezza, quelle del Niagara in altezza, ed entrambe in bellezza! Nel 1986, l’Unesco ha classificato il sito come Patrimonio mondiale. Bellissimo il parco che le circonda, ricco di un’esuberante vegetazione tropicale. Le cascate si trovano al confine fra Brasile e Argentina: il lato del Brasile vanta una vista panoramica più ampia, che abbraccia tutte le 275 cascate, mentre il lato argentino offre un’esperienza più ravvicinata e intima. Pranzo libero. Nel pomeriggio visiteremo il lato Brasiliano, vicino al nostro hotel. Dall’hotel seguiremo il “sentiero delle cascate”, lungo 1.200 mt sulla sponda del fiume Iguaçu, che offre scorci stupendi. Il tracciato termina alla Garganta del Diablo, la parte più spettacolare. Una passerella artificiale consente di andare nel mezzo al fiume, dove si è circondati solo dalla forza delle acque impetuose. Un ascensore panoramico, inoltre, permette di ammirare le cascate dall’alto! Rientro in hotel, cena libera e pernottamento.

23°GIORNO: IGUASSU-ITALIA

Prima colazione in hotel . Oggi visiteremo il lato argentino delle cascate, con bus privato e guida. Seguiremo il circuito inferiore, un percorso di 1 km e mezzo che regala splendide vedute delle cascate dal basso, poi ci imbarcheremo per Isla San Martin, dove vedremo le cascate più da vicino. Termineremo anche qui, con La Garganta del Diablo, dove il placido fiume Iguaçu, diventa improvvisamente violento: 13.000 mt cubi di acqua al secondo, precipitano da un’altezza di 90 mt in 14 salti disposti in un canyon a ferro di cavallo. E’ un’esperienza coinvolgente e multisensoriale! Rientro in hotel  e trasferimento in aeroporto. Partenza. Pasti e pernottamento in volo.

24°GIORNO: ITALIA

Arrivo all’aeroporto di partenza.

 

LE ESPERIENZE CHE RACCOMANDIAMO

-Pernottare in uno dei romantici boutique hotels del Pelurino durante il soggiorno a Salvador Bahia

-Riuscire ad assistere ad una cerimonia do Condomblè a Salvador Bahia

-Prevedere alcuni percorsi su un dune buggy sulla spiaggia, per sentirsi in piena armonia con la natura selvaggia delle spiagge brasiliane

-Sostare qualche giorno nella frizzante Jericoacoara, piccolo centro vacanziero interamente costruito sulla sabbia

-Gustarsi i numerosi ottimi cocktails brasiliani, fra cui il mio preferito la caipirina al maracuja

-Arrampicarsi sulle dune del  Lencois e nuotare nelle sue limpide pozze

-Dormire una notte su un’amaca nel mezzo alla foresta dell’Amazzonia

-Visitare una favelas di Rio (non da soli ma con un’escursione organizzata)

-Sorvolare in elicottero le cascate di Iguacu

LE STRUTTURE CHE CONSIGLIAMO

(La selezione delle strutture viene fatta al momento dell’effettuazione del viaggio: ci scusiamo per eventuali variazioni nel corso del tempo)

SALVADOR BAHIA

Convento Do Carmo – L’hotel è situato nel cuore del Pelurino, il centro storico. Si tratta di un antico convento costruito nel 1585, completamente ristrutturato e trasformato in pousada. Icona di eleganza ed esclusività, è considerato il primo hotel storico del Brasile.

CUMBUCO

Golfinho – Semplice hotel sulla spiaggia, molto carino e rilassante.

JERICOACOARA

Vila Kalango – Questa affascinante pousada è un piccolo gioiello immerso in un ampio giardino e attorniato da una grande duna. Considerata fra le dieci migliori pousadas brasiliane, è posizionata direttamente sulla sabbia e ha numerose aeree di relax perfettamente integrate con l’ambiente.

PARNAIBA

Vila Parnaiba – Semplice ma incantevole pousada stile “fazenda”, costruita con materiali naturali da tutti artigiani locali.

ATINS

Rancho do Buna – Romantica Pousada, una sorta di ranch immerso nel verde, sulle rive del fiume Preguicas.Tutta costruita rigorosamente in legno e materiali bioriciclabili, la semplice ma deliziosa pousada, ospita  animali di ogni specie, tanto che sembra di trovarsi in una vera fattoria vecchio stampo!

BARREIRINHAS

Encantes Do Nordeste – Piccola e romantica pousada, con chalets in legno che si affacciano su un giardino tropicale, sulla sponda del fiume. Ogni chalet ha la propria hamaca, per potersi rilassare prima di cena.

SAO LUIS DO MARANHAO

Portas da Amazonia – Piccola pousada nata dal recupero architettonico di una casa coloniale del 1839, in pieno centro storico.  La ristrutturazione è stata effettuata nel pieno rispetto della struttura originale, mentre i locali sono stati arredati utilizzando vegetazione e materiali della zona, come legni di cipò, vimini, bambù, paglia e pietre, che arricchiscono l’ambiente rendendo il soggiorno un’esperienza rilassante ed indimenticabile.  La pousada si fonde con la città: dalla facciata in stile coloniale, alle grandi pareti di pietra interne, ai giardini interni. Si tratta senza dubbio della pousada più caratteristica del centro storico.

MANAUS

Tropical – Il miglior hotel di Manaus, costruito con lo stile di una hacienda , che si affaccia sul Rio Negro, immerso in una bellissima natura. L’hotel è uno dei più vicini all’aeroporto.

AMAZZONIA

Antonio Jungle Lodge – Semplicissimo ecolodge sulla sponda del fiume Urubu, che ho scelto perché, grazie alla sua lontananza dalla città (200km), offre un ambiente incontaminato e immerso davvero nella foresta.

BELO HORIZONTE

Liberty Palace – Buon hotel nel centralissimo e vivacissimo quartiere di Savassi. L’hotel Liberty Palace, con la sua lobby dai pavimenti in marmo, maestose colonne e grandi lampadari, è l’hotel di maggior classe del quartiere.

OURO PRETO

Pousada do Mondego – Splendida pousada ospitata all’interno di una dimora coloniale del XVIII secolo, nel centro storico della città. Questa pousada di gran classe è arredata con mobili d’epoca e pregiati oggetti d’arte, e appartiene all’esclusiva catena internazionale degli Hotels de Charme.

TIRADENTES

Pousada Villa Paolucci – La pousada è ospitata in  una fazenda eretta verso la metà del XVIII secolo,  vicino al centro storico ma circondata dal verde e da un laghetto, con grandi camere con caminetto,  arredate con pregiati mobili d’epoca.

PARATY

Pousada Pardieiro – Bellissima pousada in stile coloniale nel centro storico di Paraty, ma immersa in uno splendido giardino tropicale pieno di buganvillae, con piscina.

RIO DE JANEIRO

Ipanema Plaza – 4 stelle superiore, a 100 mt dalla spiaggia di Ipanema, una delle più esclusive della città. L’hotel è in stile moderno, con bella piscina all’ultimo piano da dove si gode di una bellissima vista su tutta la città.

INFORMAZIONI UTILI

DOCUMENTI DI VIAGGIO

Per recarsi in Brasile, il cittadino italiano, necessita di passaporto con validità di almeno 6 mesi dalla data di ingresso. Il visto non è necessario; in aereo vi verrà consegnato un modulo da compilare che vi consentirà di soggiornare nel paese fino ad un massimo di 3 mesi.

VACCINAZIONI

Non ci sono vaccinazioni obbligatorie. Si consiglia la vaccinazione contro la febbre gialla e la profilassi antimalarica a coloro che si recano nelle zone dell’Amazzonia, del Pantanal o del Mato Grosso.

FUSO ORARIO

Il Brasile ha ben quattro fusi orari. Per questo viaggio la differenza oraria ovunque sarà di meno 4 ore rispetto all’ora solare italiana, meno 5 durante l’ora legale, tranne in Amazzonia dove sarà meno 5 e meno 6 ore.

CLIMA

In Brasile le stagioni sono invertite rispetto all’Italia ed il clima, data la vastità del paese, è decisamente vario. Se ne possono distinguere quattro tipi: equatoriale, tropicale, semiarido e subtropicale.

Il Nord-Est del Brasile, tra Salvador Bahia e Sao Luis do Maranhao, è la regione più secca del paese, la stagione delle piogge si concentra nei mesi tra gennaio e luglio.  La temperatura media si aggira dai 22 ai 30 gradi durante tutto l’anno, mitigata costantemente dai venti marini.

L’Amazzonia ha un clima equatoriale molto umido, con abbondanti piogge durante quasi tutto l’anno, infatti è considerata una delle aree più piovose al mondo! La stagione più secca va da Luglio a Novembre, quindi Agosto è uno dei migliori periodi per visitarla. Temperature fra i 25 e i 35 gradi.

Da Belo Horizonte a Rio, visiteremo posti di montagna, con clima di alta quota tropicale, quindi le temperature scenderanno drasticamente fra i 10 e i 20 gradi.

La stagione delle piogge in tutto lo stato di Rio e nella zona delle città coloniali, va da Dicembre a Aprile, mentre da Giugno a Settembre è più secco e ventilato, il migliore periodo per visitarlo.

L’estremo sud del Brasile, nel nostro caso il Paranà e San Paolo, presenta temperature che variano tra i 13°C e i 18°C tra giugno ed agosto, mentre le estati sono calde con temperature che superano i 30°C. Le piogge cadono durante tutto l’anno, ma sono più intense nei mesi tra giugno e settembre.

ABBIGLIAMENTO

Si consiglia un abbigliamento informale, con scarpe comode per le escursioni; costume da bagno; qualcosa di più pesante per le zone montagna, tipo felpe e una giacca più pesante. Occhiali da sole, cappello e crema solare sempre a portata di mano. Repellenti per le zanzare soprattutto per l’Amazzonia; una torcia. Telo mare da viaggio pratico da portarsi dietro per le nostre numerose soste balneari.

VALUTA

La valuta ufficiale è il Real, il cui valore è di ca 1 Euro = 2.40 Real. Le carte di credito sono diffuse.

ELETTRICITA’

La corrente elettrica è variabile, da 110 a 220 volts ed è necessario munirsi di un adattatore con lamelle piatte.

LINGUA

La lingua ufficiale è il portoghese ma l’inglese è comunemente parlato in quasi tutto il paese. Molto diffuso nel sud anche lo spagnolo.

RELIGIONE

Il cattolicesimo è la religione maggiormente professata in tutto il paese.

TELEFONO

È attiva la copertura per i telefoni cellulari in quasi tutto il paese. Per telefonare in Brasile dall’Italia è necessario comporre lo 0055 seguito dal prefisso della località e dal numero desiderato.

RICHIEDI INFORMAZIONI

    *campi obbligatori





    0