Top

I colori dell’Estate Indiana

ITINERARIO DI VIAGGIO

1°GIORNO: ITALIA-NEW YORK-BRIDGEPORT                                                                                     KM 96

Partenza dall’aeroporto prescelto e arrivo a New York nel pomeriggio. Ritiro delle auto a noleggio e trasferimento in hotel nella zona di Bridgeport, Connecticut. Siamo entrati nel New England una regione composta da 6 stati: Connecticut, Vermont, Rhode Island, New Hampshire, Maine e Massachusetts, che includono luoghi storici, splendida natura e uno dei tratti di costa più affascinanti d’America, con le sue scogliere frastagliate e i suggestivi fari a picco sul mare. Il periodo migliore per visitare il New England, soprattutto a nord di Boston, è l’Autunno, quando esplode la cosiddetta Estate Indiana, che colora di rossi intensi e gialli sgargianti tutta la campagna e ne incornicia la costa. Sistemazione in hotel e pernottamento.

2°GIORNO: BRIDGEPORT-MYSTIC-NEWPORT                                                                                   KM 195

Partenza al mattino. Il Connecticut è uno stato che ha un buon rapporto con la natura, con tanti itinerari escursionistici, laghi, vigneti e prati ondulati. Breve visita di New Haven, graziosa località costiera che ospita la famosa università di Yale, poi sosta a Mystic, deliziosa cittadina sulle sponde del Mystic River. Antico villaggio marinaro e porto di baleniere, ha mantenuto negli anni un’atmosfera pittoresca. Visita del Mystic Seaport Museum, il più grande museo marittimo degli Stati Uniti e del mondo, una splendida ricostruzione di un antico villaggio marinaro e di un cantiere navale del diciannovesimo secolo. Un vero e proprio museo a cielo aperto, che vi sviluppa su un terreno di oltre 19 acri lungo il Mystic River. Case, navi e vascelli d’epoca, la farmacia, l’ufficio del dottore, la cappella, la falegnameria e molto altro, tutti edifici originali del 1800, trasportati al Mystic Seaport Museum da varie località del New England. Guide ed artigiani in costume d’epoca spiegano ai visitatori come venivano svolte le varie attività e com’era la vita quotidiana di quel tempo: una vera passeggiata nella vita costiera del diciannovesimo secolo. Visita del pittoresco faro e del famoso Mystic Pizza, il locale in cui è stato ambientato l’omonimo film del 1988 con Julia Roberts, con cimeli legati alla pellicola, in cui appare una giovanissima Roberts, e simpatici souvenir a tema. Arrivo a Newport nel pomeriggio e tempo per passeggiare sul porto e gustare un buon aperitivo al tramonto. Siamo nel Rhode Island, lo stato più piccolo degli Stati Uniti. Sistemazione in hotel e pernottamento.

3°GIORNO: NEWPORT

Newport è una delle città costiere più affascinanti del New England, con spettacolari scogliere a strapiombo, sontuose ville patrizie, un vivace lungomare e la sua baia piena di vele. Fondata nel 1639, svolse un ruolo importante nella storia americana come testimonia Washington Square, dove si trova ancora l’antica Colony House, dove nel 1776 venne letta pubblicamente la Dichiarazione d’Indipendenza del Rhode Island. Ben presto la splendida posizione sul mare e il benessere prodotto dai traffici marittimi attirarono la classe benestante, fra cui molti magnate della ferrovia, che fecero costruire qui ville sontuose, oggi trasformate per la maggior parte in musei. Passeggiata lungo la Cliff Walk una delle principali attrazioni di Newport, un sentiero lungo 5,6 km che costeggia la scogliera aprendo vedute spettacolari sul mare e su molte ville con i loro giardini. visita di alcune delle dimore più belle, fra cui Rosecliff Mansion e marble House, dove sono state girate scene del film Il Grande Gatsby del 1974, con Robert Redford e Mia Farrow. Pernottamento in hotel.

4°GIORNO: NEWPORT-PROVINCETOWN                                                                                           KM 193

Oggi entreremo nel Massachusetts, che ospita Boston, la città più importante della regione e dedicheremo la giornata alla visita della splendida penisola di Cape Code, con spiagge protette da un parco nazionale, pittoreschi villaggi sul mare, affascinanti fari, laghetti e chioschi di pesce che servono ottime aragoste (specialità di tutto il New England), le clams (enormi vongole della zona) fritte e la gustosissima Boston soup a base di clams. Arrivo a Provincetown nel pomeriggio: Provincetown, sulla punta estrema della penisola di Cape Code, è un’affascinante cittadina gay friendly molto frequentate durante il periodo estivo per le sue belle spiagge dorate e per la frenetica movida che ospita colorati spettacoli di Drag Queens, fra i più famosi in America. Durante l’inverno Provincetown diviene un po’ lo spettro spoglio e silenzioso dei suoi sfarzi estivi, ma rimane un luogo simpatico dove passeggiare, gustarsi un aperitivo al tramonto e cenare in uno dei suoi ottimi ristoranti.  Sistemazione in hotel, pernottamento.

5°GIORNO: PROVINCETOWN-PORTSMOUTH                                                                                   KM 350

Lasceremo la penisola di Cape Code per risalire la costa verso il Maine. Brevi soste per visitare piccole cittadine storiche quali Salem famosa per i processi alle streghe alla fine del 1600, Essex e Ipswich, e graziose località come Rockport. Arrivo nella città portuale di Portsmouth, New Hampshire, nel pomeriggio. Fondata all’inizio del 1600 ed elencata fra le destinazioni distintive d’America dal National Trust for Historic Preservation, Portsmouth è definita “una delle destinazioni culturalmente più ricche del paese” con un mix stimolante di edifici storici, caffè all’aperto, ottimi ristoranti, gallerie d’arte, jazz club e boutique. Visita della cittadina, sistemazione in hotel. Pernottamento

6°GIORNO: PORTSMOUTH-BAR HARBOUR                                                                                        KM 420

Oggi entreremo nel bellissimo stato del Maine, all’estremo nord-est al confine con il Canada, famoso per le sue scogliere che ospitano pittoreschi fari solitari, dove si infrangono le onde tempestose dell’Oceano e per i colori dell’Estate Indiana che qui esplodono nelle migliori tonalità dal pastello alla fosforescenza dei gialli e dei rossi. Patria del famoso scrittore, Steven King e ambientazione della maggior parte dei suoi romanzi gialli, fra placide cittadine e inquietanti cimiteri senza confini con rustiche lapidi sparse fra la boscaglia. Visiteremo piccoli villaggi costieri, placidi e romantici dal fascino a momenti conturbante. Bath, Boothbay Harbour, Christmas Cove, lo storico faro di Pemaquid Point, Camden, Belfast, fino a Bar Harbour, alle porte dell’Acadian national Park. Sistemazione in hotel, pernottamento.

7°GIORNO: ACADIAN NATIONAL PARK

Giornata dedicata alla visita dell’Acadian National Park che è un po’ il simbolo del Maine perché riesce a rappresentarlo molto bene. I suoi paesaggi naturali fatti di verdi foreste, scogliere, baie e insenature, si impreziosiscono con i colori dell’Autunno e invogliano a giornate di relax immersi nella natura. Percorreremo il sentiero panoramico del parco e faremo qualche itinerario di trekking per poi terminare la giornata del tranquillo paesino di Bar Harbour fra negozietti e ottimi ristoranti di pesce. Pernotto in hotel.

8°GIORNO: BAR HARBOUR-PORTLAND                                                                                               KM 350

Visita dell’affascinante Castine, dove il tempo sembra essersi fermato, situata su una penisola nella meravigliosa baia di Penobscot. Con i suoi circa 100 siti e punti di interesse storico, Castine è inserita nel National Historic Register ed è una delle comunità più antiche del Maine. Inoltre la cittadina ospita la Maine Maritime Academy, testimonianza della continua e ricca tradizione marinara. Tutta l’area dove si trova è bellissima. Il magnifico Penobscot Narrows Observatory Bridge è il punto di osservazione di un ponte più alto del mondo. Questo spettacolare ponte sospeso, alto ca 130 metri, si estende per ca 65 km sul fiume Penobscot collegando l’Isola di Verona e offre una vista spettacolare del fiume Penboscot e della baia. Fort Knox, il più grande forte storico del Maine, risalente al 1884, fu strategicamente costruito sugli stretti del fiume Penobscot per proteggersi dagli attacchi navali britannici. Molti altri forti storici si trovano nei dintorni. Proseguimento per Bangor, una delle principali città del Maine dove visiteremo (ovviamente dall’esterno), la villa dove vive lo scrittore Steven King, circondata da una splendida inferriata in ferro battuto con motivi di ragnatele e pipistrelli. Arrivo a Portland nel pomeriggio. Portland è la più grande città del Maine, eppure resta una realtà molto tranquilla e a tratti provinciale. Ciò che la rende unica è la zona di Old Port che è un un mix di tortuose strade acciottolate ed edifici coloniali in mattoncini. Sistemazione in hotel, pernottamento.

9°GIORNO: PORTLAND-BOSTON                                                                                                            KM 172

Partenza al mattino per Boston e visita della città. Capitale del Massachusetts fondata nel 1630, Boston è una delle città più antiche degli Stati Uniti e ha svolto un ruolo chiave durante la Rivoluzione Americana che oggi si può ripercorrere sulla Freedom Trail, un percorso di circa 4 km che passa attraverso importanti siti storici. Una delle tappe è l’antica sala di ritrovo Faneuil Hall, oggi popolare mercato. Un mix di antico e moderno, con chiese storiche che si rispecchiano su lucidi grattacieli e un Back Bay che sembra un quartiere antico di una città europea, rende Boston una delle città più affascinanti d’America.

10°GIORNO: BOSTON-ITALIA

Mattinata dedicata alla visita della città. Nel pomeriggio trasferimento in aeroporto, rilascio delle auto e volo di rientro.

11°GIORNO: ITALIA

Arrivo all’aeroporto di partenza.

LE ESPERIENZE CHE RACCOMANDIAMO

-Visitare assolutamente il New England durante l’Autunno quando i colori trasformano tutto

-Fermarsi anche se brevemente nei vari paesini della costa dove si respira un’aria di quiete tipica di questa regione

-Esplorare le località del Maine alla ricerca degli inquietanti cimiteri che si nascondono fra la boscaglia senza alcuna delimitazione o confine

-Andare alla ricerca dei bellissimi fari sparsi in tutta la costa

-Assolutamente non perdersi le clams fritte e la Boston soup, oltre che astici e aragoste cucinati in svariati modi

LE STRUTTURE CHE CONSIGLIAMO

Al tempo dell’effettuazione di questo tour avevo scelto strutture piccole e molto carine spesso ospitate in case antiche. Oggi che sto condividendo le mie esperienze di viaggio, a distanza circa 20 anni, molti di quegli hotels probabilmente non esisteranno più o saranno cambiati, quindi non sto a menzionarli. Gli Stati Uniti hanno strutture ricettive di ogni categoria e il servizio e la pulizia hanno ovunque un buon livello, quindi anche la scelta delle categorie più economiche difficilmente può risultare sbagliata. Tuttavia in questa particolare regione che offre più atmosfera che veri e propri siti turistici, consiglio di scegliere strutture piccole e di charme come ce ne sono tante, per non spezzare mai la magia che il paesaggio trasmette.

INFORMAZIONI UTILI

DOCUMENTI DI VIAGGIO

Per i cittadini Italiani occorre il passaporto in corso di validità E’ inoltre richiesta la registrazione sul sito ESTA. Quando la domanda è approvata ha validità due anni.

VACCINAZIONI

Non occorrono vaccinazioni obbligatorie.

FUSO ORARIO

Gli Stati Uniti sono divisi in quattro differenti fasce orarie, ad esclusione di Hawai e Alaska, che hanno 2 ore in meno rispetto al Pacific Time.

Pacific Time (es. Los Angeles 9 ore ine meno); Mountain Time ( es. Denver 8 ore in meno); Central Time (es. Chicago 7 ore in meno); Eastern Time (es. New York  6 ore in meno). La fascia che interessa questo itinerario è la Eastern Time.

ELETTRICITA’

La corrente negli Usa è alternata a 120/v60 Hertz, per cui è necessario l’utilizzo di un adattatore con due lamelle piatte parallele.

VALUTA

La valuta corrente è il Dollaro Americano

CLIMA

Gli Stati Uniti d’America sono uno dei paesi più vasti al mondo per cui il paese è interessato da numerosi microclimi con caratteristiche decisamente differenti tra loro. Potremmo dividere il territorio americano in nove diversi microclimi, fra i quali quello che interessa questo itinerario è l’area al confine col Canada Orientale,  caratterizzata da un clima  umido continentale che determina inverni molto lunghi e molto freddi in cui le precipitazioni nevose non sono infrequenti e estati soleggiate e con temperature piacevoli.

MANCE

Le mance negli Stati Uniti sono obbligatorie: ai camerieri  il 15/20 % del conto, ai tassisti il 10/15 %, 2$ a valigia ai facchini.

 

RICHIEDI INFORMAZIONI

    *campi obbligatori





    1