Top

Venezuela, dalla magia della Gran Sabana alle meraviglie di Los Roques

ITINERARIO DI VIAGGIO

1°GIORNO: ITALIA-CARACAS

Partenza dall’aeroporto prescelto. Arrivo a Caracas e trasferimento in hotel. Da lungo tempo protagonista di lotte politiche e corruzione, Caracas oggi rimane ancora una delle città più pericolose al mondo, con una industrializzazione che negli anni è andata scomparendo e con salari fra i più bassi del pianeta. Il paradosso è che Caracas avrebbe tutto per essere un paradiso, con i suoi 900 metri di altitudine e un clima favoloso, la montagna dell’Ávila come sfondo, e il Mar dei Caraibi, con belle spiagge dorate. Il distretto di El Hatillo, zona turistica di Caracas, ha molte case in stile coloniale e ristorantini, ma sullo sfondo si vedono i “cerros” o “ranchos”, una quantità sterminata di catapecchie abbarbicate sulle montagne che equivalgono alle favelas brasiliane. Ma non tutto è miseria: La Lagunita, una delle zone più chic, ha ville spettacolari nello stile di Miami, e edifici super moderni con spazi verdi, strade alberate e maestosi campi di golf. Purtroppo tutte le abitazioni sono circondate da protezioni simil-militari, con fili di ferro elettrici e continue sorveglianze. Sistemazione in hotel e pernottamento.

2°GIORNO: CARACAS-CIUDAD BOLIVAR-PUERTO ORDAZ                                            KM 100

Prima colazione e trasferimento in aeroporto. Volo per Ciudad Bolivar dove il grande fiume Orinoco si restringe tanto da aver reso possibile la costruzione di un ponte lungo 1.678 metri. Questo è sicuramente uno dei paesaggi più belli della città. Giro in barca per avvistare i delfini di fiume, poi visita della casa di San Isidro, dove soggiornò il Libertador, Simon Bolivar, oggi interessante testimonianza delle case e dei giardini dell’epoca, con un museo di opere di artisti venezuelani. Molto bella la Piazza Bolivar con la sua Cattedrale. Proseguimento per Puerto Ordaz, città moderna con il maggior sviluppo del paes, dove avviene la confluenza dei due fiumi più importanti del paese, il Caroní e l’Orinoco, creando una bella zona denominata Coronoco. Visita del Parco Naturale La Llovizna, un´insieme di parchi naturali che si trovano lungo il fiume Caroní fino alla confluenza del Coronoco. Una parte del parco è formata da 30 isole raggiungilbili attraverso una serie di ponticelli in pietra e sentieri naturali. L´attrazione principale è la maestosa e bellissima cascata La Llovizna, alta 20 metri e larga circa 80. Sistemazione in hotel, pernottamento.

3°GIORNO: PUERTO ORDAZ- GRAN SABANA-LAS CLARITAS                                       KM 375

Prima colazione in hotel. Oggi entreremo nel Parco Nazionale di Canaima, 30.000 km² di estensione, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1994, che comprende il territorio di Gran Sabana, una emozionante distesa di vallate molto ampie e pianeggianti costellate da oltre 150 tepuyes, affascinanti montagne con pareti verticali e cime piatte, formazioni rocciose che vantano un’età fra i 2000 e i 3000 milioni di anni, affascinanti e misteriose, spesso coperte da nebbie. Il Tepui più famoso è l’Auyan, da cui scende la cascata più alta del mondo, il Salto Angel, quasi 1.000 metri di altezza. Attraverseremo la Gran Sabana in jeep passando dai piccoli paesi di Upata, Guasipati e Tumuremo, dove ci fermeremo per il pranzo. Proseguimento per il villaggio di Las Claritas. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

4°GIORNO: LAS CLARITAS-GRAN SABANA-SANTA ELENA DE UAIREN                                                     KM 230

Prima colazione e partenza verso la spettacolare cascata Chinak Meru, nel cuore della Gran Sabana che si raggiunge con un breve tratto in barca. Visita del villaggio di San Francisco de Yuruanì e la Quebrada de Jaspe. Pranzo al sacco. In serata arrivo a Santa Elena de Uairen, città frontiera con il Brasile,  una cittadina colorata, con strade animate dove si trovano degli ottimi chioschi di arepas (piatto tipico, si tratta di focacce di farina di mais). Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

5°GIORNO: SANTA ELENA DE UAIREN-CANAIMA

Prima colazione e volo privato con piccoli aerei da turismo per Canaima con sorvolo del mitico Santo Angel. La vista dall’aereo della cascata dall’alto è davvero impressionante, non solo per ii getto d’acqua ma soprattutto per il paesaggio maestoso della Gran Sabana che la circonda. Arrivo a Canaima e trasferimento in hotel sulla laguna colorata. Nel pomeriggio visita della laguna di Canaima a bordo di “curiare”, le tipiche imbarcazioni indigene: fiancheggiando incantevoli cascate, si raggiungerà il Salto Sapo, una cascata che si snoda per un centinaio di metri di lunghezza. La parete della dietro la cascata è attraversata da un sentiero naturale scavato nella roccia che si percorrerà fino all’estremità opposta, per provare l’adrenalitica sensazione di una traversata dietro al getto d’acqua! Moltissime le specie della flora endemica e molte le specie di uccelli che vivono in questo parco, oltre che al puma, il giaguaro, il tapiro, l’armadillo gigante, il bradipo, il pappagallo nano. Pranzo, cena e pernottamento in hotel.

6°GIORNO: CANAIMA-CARACAS-ISLA MARGARITA

Prima colazione in hotel e trasferimento in aeroporto. Volo per Caracas e proseguimento con volo per Isla Margarita. Isla Margarita è la più frequentata e più attrezzata fra le isole Venezuelane. Le sue spiagge possono essere anche molto affollate ma c’è possibilità di fare ogni tipo di sport acquatico, ci sono molti hotel anche di lusso, locali di ogni tipo, discoteche. Un’isola del divertimento dove non deve essere importante tanto il mare caraibico quanto tutte le infrastrutture che lo circondano! L’isola è lunga 78 km e larga al massimo 20 e al suo interno si trovano anche angoli incantevoli dove poter trovare qualche attimo di pace. Sistemazione in hotel. pernottamento

7°GIORNO: ISLA MARGARITA

Colazione in hotel. Giornata a disposizione per girare l’isola o per rilassarsi sulla spiaggia. Pernottamento.

8°GIORNO: ISLA MARGARITA-LOS ROQUES

Prima colazione e trasferimento in aeroporto. Volo per Los Roques. Los Roques è un arcipelago paradisiaco formato da circa 50 isole coralline e circa 200 banchi di sabbia circondati da una splendida barriera corallina che rende l’acqua calma e cristallina. L’isola principale è El Gran Roque, un’isola pedonale con strade di sabbia compatta dove arrivano i voli da Caracas e Isla Margarita, e dove sono raggruppate tutte le strutture ricettive. Le altre isole sono raggiungibili in barca. Dal 1972 è un parco nazionale, vista la varietà di specie di uccelli e la ricchezza di vita all’interno dello splendido mare. Gli hotels di Gran Roque sono piccole pousadas che possono avere dalle 3 alle 10 camere, dove si cena e si dorme, e quasi tutte possiedono una barca per portare gli ospiti in giro per le isole durante il giorno (di solito inclusa nel prezzo), con pranzo a sacco o in pochi casi in ristorante (poche isole hanno un ristorante). Una vacanza a Los Roques è una vacanza molto dinamica perché si passano tutte le giornate in mare, ogni giorno su un’isola diversa, tutte meravigliose, con spiagge bianchissime e sabbia che sembra borotalco, alcune solo lingue di sabbia, altre con piccoli circuiti interni nella natura. La giornata scorre fra nuotate, snorkeling e relax, lontano da traffico, folla e qualsiasi tipo di rumore diverso dalle onde che s’infrangono sulla battigia.

Sistemazione in pousada. Pernottamento.

9°-12°GIORNO: LOS ROQUES

Soggiorno balneare con trattamento di pensione completa e barca a disposizione.

12°GIORNO: LOS ROQUES-CARACAS-ITALIA

Al mattino volo per Caracas e proseguimento con volo intercontinentale.

13°GIORNO: ITALIA

Arrivo all’aeroporto di partenza

LE ESPERIENZE CHE RACCOMANDIAMO

-Sorvolare il Salto Angel perché è un’emozione inimmaginabile

-Se c’è abbastanza tempo visitare il Salto Angel anche via terra, che si raggiunge con un trekking di qualche giorno dormendo nella foresta, e toccare la parete rocciosa della cascata

-La Gran Sabana è un posto magico che va visitato con raccoglimento di spirito

-Soggiornare a Los Roques per un’esperienza diversa da tutte le altre isole caraibiche

LE STRUTTURE CHE CONSIGLIAMO

(La selezione delle strutture viene fatta al momento dell’effettuazione del viaggio: ci scusiamo per eventuali variazioni nel corso del tempo)     

L’interno del Venezuela in molte zone ha strutture ricettive semplici, in altre inesistenti e vengono offerti pernottamenti in tenda o in amache nella foresta. Nelle zone più turistiche come Canaima e ovviamente Caracas, esistono anche hotels di ottimo livello. Isla Margarita ha di tutto, Los Roques ha pousadas di tutte le categorie, molte delle quali gestite da italiani (molti provenienti dalla Versilia).

LOS ROQUES

Pousada Malibù – Gestita ottimamente da un’italiana di Palermo, è una delle pousadas più belle, tutta bianca, con un bel cortile interno e una decina di camere sobrie ma molto eleganti. Cucina ottima.

INFORMAZIONI UTILI

DOCUMENTI DI VIAGGIO 

Per soggiorni non superiori a 90 giorni, è sufficiente passaporto italiano in corso di validità con scadenza non inferiore a 6 mesi dalla data di arrivo in Venezuela. Se previsto un transito negli Stati Uniti deve essere ottenuta l’autorizzazione elettronica Esta.

VACCINAZIONI 

Non è richiesto alcun tipo di vaccinazione per chi si reca in Venezuela direttamente dall’Italia. Vaccinazione obbligatoria per la febbre gialla per i passeggeri provenienti dal Brasile. I passeggeri devono essere in possesso di un certificato di vaccinazione rilasciato almeno 10 giorni prima dell’ingresso nel Paese.

VALUTA 

La valuta locale è il Bolivar. Le principali carte di credito sono accettate quasi ovunque.

LINGUA 

La lingua ufficiale è lo spagnolo.

FUSO ORARIO 

Meno 6,30 ore rispetto all’ora legale italiana, meno 5,30 ore rispetto all’ora solare.

CLIMA 

Di tipo tropicale con due stagioni: indicativamente una secca da dicembre ad aprile e una delle piogge da maggio a novembre.

CORRENTE ELETTRICA 

La corrente elettrica è di 110 volt. Si consiglia di munirsi di adattatore a lamelle piatte e universale.

TELEFONO 

Per chiamare dall’Italia in Venezuela comporre il prefisso 0058; per chiamare dal Venezuela in Italia comporre prefisso 0039. Per informazioni sui costi contattare il proprio gestore telefonico.

RELIGIONE

La religione è prevalentemente cattolica.

TASSE AEROPORTUALI LOCALI 

Eventuali tasse aeroportuali locali e tasse di uscita non sono mai comprese nei pacchetti ma sono da pagarsi direttamente in loco. Sono soggette a variazioni senza preavviso. Tassa di ingresso a Canaima circa 8 dollari a persona. Los Roques circa 30 dollari a persona. Le tasse d’entrata possono subire variazioni senza preavviso.

MANCE 

È consuetudine lasciare una mancia a guide, autisti, facchini, accompagnatori e camerieri.

BAGAGLIO 

Sulle tratte interne dell’itinerario il bagaglio consentito è di 10 kg.

RICHIEDI INFORMAZIONI

    *campi obbligatori





    0