Top

Peru, terra di misteri

ITINERARIO DI VIAGGIO

1°GIORNO: ITALIA-LIMA

In mattinata partenza dall’Italia, arrivo in serata a Lima, capitale peruviana. Trasferimento e sistemazione in hotel. Pernottamento.

2°GIORNO: LIMA-PARACAS-ICA

Partenza al mattino presto per la Riserva Naturale di Paracas (250 km-3 ore c.a.) dove si effettuerà, se le condizioni climatiche lo consentiranno, una escursione in barca alle isole Ballestas, patria di immense colonie di cormorani, pellicani ed esemplari della fauna antartica, come foche e leoni marini. Si potrà ammirare il grandioso candelabro scavato in una duna che si getta nel mare. Nel pomeriggio ci si addentrerà nella riserva naturale, arida distesa desertica dai forti contrasti ambientali e cromatici, con ripide falesie rocciose e dune di sabbia color ocra che si stagliano contro il blu cobalto dell’oceano. Proseguimento per Ica (1 ora c.a.) dove si visiterà il Museo Regionale, che ospita una ricca collezione di reperti archeologici delle culture Paracas, Nasca, Inca. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

3°GIORNO: ICA-NASCA

Al mattino partenza per Nasca (144 km- 2 ore e mezza c.a.) lungo la strada Panamericana che corre tra i paesaggi lunari della pampa desertica. Se le condizioni climatiche lo consentiranno, sarà possibile, effettuare il sorvolo delle “linee di Nasca” con piccoli aerei, il mezzo migliore per osservare dall’alto “il più grande libro di astronomia del mondo”. Nel pomeriggio visita al museo Antonini e alla zona degli acquedotti, esempi di brillante ingegneria idraulica, tuttora in funzione, e delle rovine incaiche di Paredones. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

4°GIORNO: NASCA-AREQUIPA

Partenza per Arequipa, ridente città situata in una fertile valle a 2360 metri di altitudine. Durante il percorso, che impegna buona parte della giornata (562 km-8/9 ore c.a.), ci si lascia gradualmente alle spalle le distese del deserto costiero per salire, in un susseguirsi di paesaggi estremamente vari e suggestivi, lungo i primi contrafforti delle Ande. Arrivo a Arequipa e sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

5°GIORNO: AREQUIPA

Mattinata dedicata alla visita della città ricca di testimonianze coloniali: la Plaza des Armas, una delle più belle del Perù, la Cattedrale, la Chiesa de la Compania, il Monastero di Santa Catalina, le residenze dell’antica nobiltà spagnola. Pranzo in ristorante. Pomeriggio a disposizione per effettuare passeggiate, visite individuali o per il relax. Cena e pernottamento in hotel.

6°GIORNO: AREQUIPA-COLCA CANYON

In mattinata partenza per il Colca Canyon (190 km-4/5 ore c.a.) attraverso spettacolari scenari andini. Dapprima si attraversa una zona chiamata Pampa Canhuauas, riserva di biosfera, dove vivono allo stato selvaggio esemplari dei più graziosi camelidi andini: le Vicogne. In seguito si prosegue fino al passo dei vulcani da cui si ha una magnifica vista sui vulcani Misti, Chachani ed Ampato che circondano la città di Arequipa e la valle del Colca. Arrivo nella località di Chivay capoluogo della vallata. Escursione lungo la valle del Colca per visitare alcuni tipici paesini dall’architettura caratteristica, dove la vita segue ritmi lenti e ancorati a secolari tradizioni. Al termine delle visite sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

7°GIORNO: COLCA CANYON-JULIACA-ESCURSIONE AI RESTI DI SILLUSTANI-PUNO

In mattinata escursione lungo la valle del Colca. Qui il fiume impetuoso ha tracciato nell’altopiano una gola gigantesca che con i suoi 3000 metri di altezza, il doppio del Grand Canyon del Colorado, è una delle più profonde della Terra. Dal luogo denominato “ Cruz del Condor “ lo sguardo spazia sull’impressionante solco e, con un po’ di fortuna, è possibile cogliere il volo maestoso del condor, simbolo andino della libertà. Al termine della visita partenza in direzione sud per la regione di Puno (6 ore c.a.) lungo la strada recentemente asfaltata, diversa da quella percorsa all’andata che consente di attraversare territori di rara bellezza dove vivono in libertà centinaia di esemplari della fauna andina, tra distese quasi desertiche, laghi e curiose erosioni rocciose. Nel pomeriggio si giungerà a Puno, sistemazione in hotel, cena e pernotto.

8°GIORNO: PUNO

Intera giornata dedicata alla visita del lago Titicaca. In mattinata, sfruttando l’assenza di vento che rende il lago particolarmente calmo, navigazione in direzione dell’isola di Taquile (2 ore e mezza di navigazione) conosciuta per la particolare bellezza dei suoi campi coltivati. Rimasta per secoli isolata Taquile è abitata da ca. 1000 persone, agricoltori e tessitori. I prodotti della terra e i ricavi della vendita dei variopinti tessuti vengono distribuiti all’interno della comunità in modo quasi egualitario. Nel pomeriggio navigazione in direzione di Puno, sosta alle isole Uros, note come isole galleggianti, formate da strati di totora, e abitate dai discendenti degli Uros, dediti alla pesca e alla vendita di prodotti artigianali. Nel pomeriggio rientro in hotel, cena e pernottamento.

9°GIORNO: PUNO-COLLE LA RAYA-ANDAHUAYLILLAS-CUSCO

In mattinata partenza per Cusco (386 km-6 ore c.a.). Escursione alla necropoli preincaica di Sillustani, situata in posizione panoramica su un poggio che domina le acque azzurre del lago Umayo. Al termine della visita proseguimento per il colle La Raya (4319 m), il punto di massima altezza, e in alcuni dei villaggi che si incontrano nel corso del viaggio. Superato il colle, una sessantina di chilometri più a valle, si visiterà il tempio di Viracocha con i resti di mura, fango e pietra alte più di 5 metri. Percorsi altri 80 km si raggiungerà, con una breve deviazione, il paesino di Andahuaylillas con la chiesa del XVII secolo, considerata per i suoi affreschi “la Cappella Sistina del Sud America”. Proseguimento per Cusco, l’antica capitale dell’impero Inca situata a 3350 metri di altitudine. Arrivo e sistemazione in hotel. Cena al ristorante tipico Inka Wall, così chiamato per le spettacolari mura incaiche apprezzabili all’interno del ristorante. Spettacolo di musica folcloristica. Pernottamento.

10°GIORNO: CUSCO-CHINCHERO-MARAS-OLLANTAYTAMBO-URUBAMBA

In mattinata partenza per una escursione al villaggio di Chinchero, situato ad una trentina di chilometri da Cusco. Il caratteristico borgo andino ospita ogni giorno un tipico mercatino di artigianato e alla domenica ospita un colorato mercato indigeno. Visita delle vicine rovine incaiche che comprendono i resti di uno dei più importanti templi inca dedicati al dio sole e della chiesa coloniale da poco restaurata. Proseguimento per Maras dove si visiteranno le saline di costruzione incaica, raggiungibili con una camminata di 40 minuti circa, da cui ancor oggi gli abitanti della zona estraggono il salgemma. Il percorso, molto panoramico, offre bellissime vedute sulle maestose montagne e sulla valle dell’Urubamba. Pranzo in ristorante tipico. Pomeriggio dedicato ad una escursione della spettacolare fortezza di Ollantaytambo (24 km-30 minuti).

Al termine della visita trasferimento in hotel, cena e pernottamento.

11°GIORNO: URUBAMBA-AGUAS CALIENTE-MACHU PICCHU

Al mattino presto trasferimento alla stazione ferroviaria di Ollantaytambo e partenza con il treno delle Ande che conduce a Machu Picchu. Il percorso di due ore circa si snoda lungo la Sacra Vallata degli Incas per poi fare ingresso nell’ambiente selvaggio dell’alta valle dell’Urubamba tra gole spettacolari rivestite di fitta vegetazione. Arrivo nella stazione di Aguas Calientes e proseguimento con un percorso di una decina di chilometri in minibus per la cittadella di Machu Picchu situata a 2350 metri di altezza. Visita dei resti dell’impressionante complesso archeologico. Nel pomeriggio rientro ad Aguas Calientes e sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

12°GIORNO: MACHU PICCHU-ESCURSIONI A INTY PUNKU-HUYNA WAYNA E WAYNA PICCHU-CUSCO

Mattinata a disposizione per passeggiate e visite facoltative nei dintorni della cittadella di Machu Picchu. Con un breve percorso a piedi (c.a. 40 minuti), al di là della cerchia delle rovine, si potrà raggiungere l’Intipunku, la “Porta del Sole” che conserva scorci stupendi della cittadella, quindi proseguire per le rovine di Huyna Wayna, antico posto perfettamente conservato, immerso in una rigogliosa vegetazione tropicale e contornato da un anfiteatro di terrazzamenti di rara bellezza. Con un percorso più impegnativo si potrà invece salire sulla sommità di Wayna Picchu per cogliere uno straordinario panorama di insieme della “città perduta” degli Incas. Nel pomeriggio rientro a Cusco ripercorrendo la strada in senso inverso. Sistemazione in hotel. Cena al ristorante Inka’s Grill, specializzato in cucina novoandina, ovvero la rivisitazione dei principali piatti della cucina andina in chiave moderna. Pernottamento.

13°GIORNO: CUSCO-VISITA DELLA CITTA’ ED ESCURSIONE ALLE QUATTRO ROVINE

La città andina, una volta capitale dell’impero del Tawantinsuyu, è considerata la capitale archeologica del Sudamerica. Mattinata dedicata alla visita di Cusco e dei resti archeologici circostanti. Si potrà ammirare la raffinata Plaza de Armas contornata di edifico coloniali e dominata dalla maestosa cattedrale, il tempio di Coricancha o “tempio del sole”, importante luogo di culto dell’impero Inca e la famosa “pietra dei dodici angoli”. Visita alla fortezza di Sacsayhuaman con le sue ciclopiche mura, dei centri cerimoniali di Tambomachay, Quenco, Puca Pucara. Cena in ristorante tipico di fronte all’elegante Plaza de Armas la cui illuminazione notturna valorizza notevolmente le chiese e i porticati barocchi. Spettacolo musicale e di danze tipiche. Pernottamento.

14°GIORNO: CUSCO-ESCURSIONE NELLA VALLE SACRA DEGLI INCAS-LIMA

Mattinata dedicata ad una escursione nella Sacra Vallata degli Incas solcata dal Rio Urubamba raggiungendo la località di Pisac (35 km-45 minuti c.a.) con i mirabili terrazzamenti in pietra digradanti lungo i versanti della Sierra. Nella piazza del villaggio di Pisac si tiene, la domenica, il martedì e il giovedì mattina, un pittoresco mercato. Nel pomeriggio rientro a Cusco e trasferimento in aeroporto dove si partirà per Lima. Arrivo a Lima e sistemazione in hotel.

15°GIORNO: LIMA-ITALIA

Prima colazione in hotel. In mattinata trasferimento in aeroporto e partenza per il rientro in Italia.

LE ESPERIENZE CHE RACCOMANDIAMO

-Sorvolare le linee Nazca

-Visitare in barca le isole Ballestas e assaggiare il gustosissimo cheviche, piatto tipico della costa peruviana

-Visitare la meravigliosa isola di Taquile e se possibile cenare e pernottare nelle case dei locali

-Pernottare a Machu Picchu e visitare il sito all’alba quando le orde dei turisti ancora non sono arrivate. Percorrere il cammino degli Inca fino al grazioso sito di Huyna Wayna

LE STRUTTURE CHE CONSIGLIAMO

Al tempo dell’effettuazione di questo tour avevo scelto strutture semplici ma molto carine. Oggi che sto condividendo le mie esperienze di viaggio, a distanza di quasi 20 anni, molti di quegli hotels probabilmente non esisteranno più o saranno cambiati, quindi non sto a menzionarli. Il Perù oggi ha strutture ricettive di ogni categoria e il servizio e la pulizia hanno ovunque un buon livello, quindi anche la scelta di categorie medie difficilmente può risultare sbagliata..

INFORMAZIONI UTILI

DOCUMENTI DI VIAGGIO

Passaporto con validità minima di tre mesi dalla data di rientro

FUSO ORARIO

Il fuso orario è 6 ore indietro rispetto all’ora solare italiana, 7 rispetto all’ora legale.

VALUTA

La valuta peruviana è il sol peruviano.1 euro sono ca 4,50 sol. La valuta più facilmente convertibile è il Dollaro Usa. Le carte di credito sono accettate.

CORRENTE ELETTRICA

110/220 wolt

SALUTE

Non è richiesta nessuna vaccinazione

RICHIEDI INFORMAZIONI

    *campi obbligatori





    0