Top

Citta, Samurai e Onsen

ITINERARIO DI VIAGGIO

1°GIORNO:              ITALIA-TOKYO

Ritrovo dei partecipanti all’aeroporto prescelto e volo per Tokyo. Pernottamento in volo.

2°GIORNO:             TOKYO

Arrivo a Tokyo, incontro con la guida e partenza per la visita della città con pullman privato. Ordinata e allo stesso tempo sconcertante, la capitale del Giappone è una città che incarna alla perfezione l’essenza dell’Oriente: bizzarra, affascinante, trasandata e interessante, tutto allo stesso tempo. Con la sua cultura pop, il sumo, il sushi, le tradizioni millenarie, i giardini idilliaci e il traffico infernale, Tokyo bombarderà i vostri sensi come nessuna città al mondo. Permanentemente tesa verso il futuro, con panorami urbani fantascientifici di luci al neon e alti grattacieli, non dimentica mai il suo passato di antica capitale dello shogunato: ha musei eccellenti, templi grandiosi, santuari suggestivi, giardini eleganti e fonti termali. Inizieremo la visita con il Palazzo Imperiale di cui si possono visitare solo i bellissimi giardini e fare una foto della struttura fra i due tipici ponti in ferro e in pietra. Pranzo a Akihabara, quartiere famoso per l’elettronica e centro della subcultura otaku (appassionati di manga e anime), dove infatti si concentrano i più famosi maid cafè: strani bar con personale in costumi manga o temi vari, che sembra uscire fa fumetti o cartoni animati. Pomeriggio dedicato al quartiere di Asakusa dove fotograferemo il Tokyo Skytree che, con i suoi 634 mt, è la seconda torre più alta del mondo dopo il Burj Khalifa di Dubai; visiteremo il Sensoji, il complesso templare più famoso, che include la strada Nakamise ricca di negozi di souvenirs. Proseguiremo con il quartiere di Ueno, il cuore culturale di Tokyo con la maggiore concentrazione di musei. Il suo parco, ricco di sentieri ombrosi fiancheggiati da templi e santuari, è uno dei più frequentati dalla gente del posto. Visita al tipico mercato Ameya-Yokocho. Termineremo la giornata con una visita panoramica di Rappongi, vicino al nostro hotel, con i famosi complessi Tokyo Midtown e Rappongi Hill, dove svetta la Tokyo Tower, versione nipponica rossa e bianca della tour Eiffel, che, con i suoi 333 mt di altitudine, supera di 13 metri il suo originale parigino. Se avremo tempo potremo rilassarci con un bel aperitivo allo Stellar Garden bar, al 33° piano dell’hotel Prince Park Tower, con splendida vista sulla città. Sistemazione in hotel, pernottamento. Pranzo ad Akihabara al made cafe Maidreamin, Cena libera.

3°GIORNO:             TOKYO

Alle 08.30 partenza per l’intera giornata dedicata alla visita di Tokyo con guida e mezzi pubblici. Inizieremo con Harajuku, famoso quartiere alla moda, dove visiteremo il  Meiji Jingu, il più antico e più imponente santuario shintoista della città; l’elegante strada Omotesando, ricca di negozi fashion di alto livello, e la bizzarra Takeshita Street, dove, nei week end, valanghe di adolescenti si abbigliano con costumi bizzarri che vanno dai Cosplay a Gothic Lolita, Visual Kei, Decora….. e ogni anno ne nascono di nuovi! Pomeriggio dedicato al quartiere di Shibuya che si dice abbia l’incrocio con l’attraversamento pedonale più trafficato del mondo, e all’affollato Shinjuku, immagine della moderna Tokyo: un concentrato di grandi magazzini di lusso, bar, videoschermi pubblicitari, altissimi grattacieli e fiumane di gente che cammina sulle strade. Visiteremo il Metropolitan Government building, sede del governo metropolitano, un complesso di 400.000 mq progettato dal più grande architetto di Tokyo, Kenzo Tange. Saliremo su una delle sue terrazze panoramiche da dove si gode di una vista sulla città che sembra non avere fine. Shinjuku comprende anche il famoso quartiere a luci rosse Kabukichò, dove si trova l’originale Robot restaurant, un locale pazzo con spettacoli futuristici di grande impatto. Alle ore 19.10 appuntamento al locale per assistere allo spettacolo delle 19.50 che dura circa 1 ora.  Pranzo incluso nell’ottimo ristorante giapponese Kichiri Shibuya Miyamasuzaka. Cena nel piccolo ristorante Nagi, specializzato in ramen, zuppa tipica giapponese.

4°GIORNO:             TOKYO – ESCURSIONE A NIKKO

Alle ore 09.00 partenza per la visita di Nikko con guida e pullman privato, 120 km a nord di Tokyo. Circondata da colline boscose e laghi del suo parco nazionale, Nikko è una città-santuario che custodisce le glorie del periodo Edo (1600-1868), senza dubbio una delle principali attrattive del Giappone, che fa parte del patrimonio mondiale dell’Unesco. Il suo imponente santuario, il Tosho-gu, situato in una splendida cornice naturale, è un luogo di culto shintoista fra i più belli al mondo. Fra le sue splendide decorazioni, il famoso trittico di scimmie che rappresentano le tre regole fondamentali del buddismo Tendai: “non ascoltare il male”, “non vedere il male”, “non dire il male”. Uno dei simboli più famosi di Nikko è il ponte rosso Shin-kyo, incorniciato dalla folta vegetazione. Rientro a Tokyo in serata. Pranzo a Nikko con Yuba set menu, piatto tipico locale di cibo derivato dalla soia. Cena al Ginza Kyubey, specializzato in sushi di alta qualità, in saletta privata con cuoco in esclusiva.

5°GIORNO:             TOKYO

Giornata a disposizione per visite individuali della città. Propongo la visita dell’elegante quartiere di Ginza dove abbiamo l’hotel, dove si trovano i negozi più alla moda, il centro finanziario, la stazione principale di Tokyo e abbastanza bar e ristoranti per una vita intera! Da non perdere il famosissimo Tsukiji market, il mercato del pesce più grande del mondo, dove si tengono le famose aste del tonno. Possibilità di pranzare a base del migliore sushi della città. Nel pomeriggio propongo di visitare la baia di Tokyo, con le sue isole artificiali che ospitano la zona più futuristica della città, con il Fuji tv building, il Toyota store, il museo Miraikan della scienza e innovazione, la ruota panoramica e il nuovo Mori Building Digital Art Museum, appena inaugurato, primo museo interattivo al mondo, dove si entra nelle opere d’arte e se ne diventa parte. Pranzo allo tsukiji market.  Cena al ristorante Musashi, sulla Tokyo Sky Tree, ottima cucina e vista mozzafiato sulla città

6°GIORNO:             TOKYO-KANAZAWA

Nella prima mattinata trasferimento alla stazione degli shinkansen (i famosi treni proiettile) e partenza con treno proiettile per Kanazawa.  Trasferimento in hotel. Incontro con la guida parlante inglese e visita della bellissima città, piccola perla tra i fiumi Saigawa e Asanogawa. In perfetto equilibrio tra mare e montagna, Kanazawa sorge al centro della costa settentrionale dell’isola di Honshu. La cornice è quella delle spettacolari Alpi giapponesi, una catena montuosa imponente le cui vette si elevano fino a tremila metri di altitudine, vero paradiso per gli amanti delle arrampicate. La principale attrazione è il giardino Kenroku-en, considerato uno dei tre più belli del Giappone (insieme al Kairaku-en a Mito che non visiteremo, e al Koraku-en a Okayama, che visiteremo), una stupenda creazione del periodo Edo. Inizieremo dal bel mercato Omicho con possibilità di pranzare, proseguiremo con la visita del museo dedicato a Daisetz Teitaro Suzuki, il più illustre filosofo e studioso di letteratura buddista del nostro tempo, universalmente ritenuto il promotore della filosofia zen in Occidente. Formidabile complesso è esso stesso un’espressione zen in una delle sue forme più autentiche. Visita di Nagamachi, Il distretto dei samurai con la ben conservata casa di Nomura: atmosfere suggestive in questo quartiere, situato nelle vicinanze del vecchio castello, dove il tempo sembra essersi fermato. Le residenze dei samurai, alcune delle quali sono state restaurate, mantengono l’architettura originale con muri di fango essiccato, pietre e legno, tetto in legno: tutto si conserva perfettamente da oltre 100 anni. Dopo il tramonto dall’Utatsu observation deck, rientro in hotel. Pranzo all’Omicho market, Cena al Kotobuki-ya, storico ristorante in casa tradizionale specializzato in cucina locale.

7°GIORNO:             KANAZAWA

Giornata di visite senza guida. Inizieremo dal bel giardino Kenroku-en e del suo castello al quale dedicheremo la mattinata. Nel pomeriggio visita di Higashi Chaya, vecchio quartiere delle geishe, il più grande e più bello dei tre esistenti in città, unico posto fuori Kyoto in cui sopravvive ancora la tradizione, con case da tè aperte al pubblico.  In serata ritiro delle auto a noleggio. Pranzo al bel ristorante Miyoshi-an, antica casa tradizionale all’interno del giardino Kenroku-en. Cena libera.

8°GIORNO:             KANAZAWA-SHIRAKAWAGO-TAKAYAMA

Alle ore 08.00 partenza verso una bella avventura sulle Alpi giapponesi. Visita di Shirakawago e Gokayama, due remote zone di montagna, note per le tipiche case rurali con il tetto di paglia a doppio spiovente in stile gassho-zukuri. Dichiarati patrimonio dell’Unesco nel 1995, i villaggi hanno un’atmosfera genuina e suggestiva e costituiscono uno spaccato autentico di vita rurale che resiste solo ancora in poche zone del Giappone.  Nel pomeriggio proseguiremo per Takayama, graziosa cittadina di montagna, con un quartiere formato da vecchie case mercantili in legno scuro d’epoca Meiji, con tanti piccoli musei e bei templi. Visita della cittadina e sistemazione in hotel. Pranzo libero, Cena al ryokan alle ore 19.00, servita in dining room privata

9°GIORNO:             TAKAYAMA-NARAI-MAGOME-TSUMAGO-INUYAMA

Presto al mattino visiteremo il mercato di Takayama, assolutamente da non perdere. Alle ore 08.30 partenza per la visita della valle del Kiso, ammantata da un fitto bosco che caratterizza il paesaggio delle Alpi centrali. Qui passa l’antica Nakasendo, lunga 550 km, la strada che un tempo collegava l’antica Edo (Tokyo) con Kyoto, e aveva undici nodi (juku) di smistamento della posta, dove i viandanti facevano sosta. I più belli e meglio conservati, Narai, Tsumago e Magome, sono stati dichiarati monumento nazionale e l’area è protetta per la tutela degli edifici tradizionali. Preservati come musei di quel passato feudale, danno un’idea di come era il Giappone prima del cemento e delle insegne al neon. Visiteremo Narai, la più prospera fra gli undici juku, e conserva il maggior numero di edifici storici e meglio conservati. E’ un piccolo gioiello della valle del Kiso, set ideale per un film di samurai! A Tsumago, preservato dall’invasione di strutture moderne di qualsiasi tipo, sembra che il tempo si sia fermato.  Il pregevole legno scuro che caratterizza le facciate delle case, dà un tocco solenne alla cittadina. Infine Magome, una ripida strada acciottolata ricca di facciate rustiche e scorci panoramici di montagne. Arrivo in serata nella città fortificata di Inuyama, il cui castello, costruito nel 1537, e scampato a guerre e terremoti, è stato dichiarato Patrimonio Nazionale per essere il più antico castello del Giappone e una delle pochissime strutture esistenti del periodo Momoyama (fine 1600). Bellissima la vista che si gode dalla sua torre. Alle ore 19.00 uscita in barca sul fiume per assistere all’Ukai: la pesca notturna con i cormorani. Inuyama è uno dei pochi posti dove, da Maggio a Settembre, questa pesca è ancora in uso. I cormorani vengono addestrati a tuffarsi in acqua e afferrare i pesci, attirati dai fuochi nei bracieri appesi alle prue delle barche. Lo spettacolo dell’ukai non si limita solo alla pesca: molto suggestiva è anche tutta le festa intorno, con le barche illuminate da lanterne di carta che riflettono gli schizzi dei cormorani durante il tuffo, sotto la splendida cornice del castello illuminato. Pranzo libero, Cena al ryokan, a base di alta cucina kaiseki , servita in dining room privata.

10°GIORNO:            INUYAMA-HIKONE-KYOTO

Alle ore 09.30 partenza per la visita del museo Meiji Mura, uno dei musei di architettura più belli del Giappone. Il grande parco comprende 67 strutture di epoca Meiji (fine 1800-primi 1900, quando il Giappone si aprì all’occidente e iniziò una politica di modernizzazione) qui trasportate, fra cui chiese, banche, un teatro Kabuki, un faro e il vecchio ingresso dell’Imperial hotel di Tokyo del famoso architetto americano Frank Lloyd Wright, che visse in Giappone dal 1917 al 1923 e ne fu totalmente affascinato. La fama di Wright in Giappone è anche dovuta al fatto che il suo Imperial hotel sopravvisse al grande terremoto del 1923, avvenuto il giorno dopo la sua inaugurazione. Al termine della visita proseguimento per Kyoto con sosta a Hikone, per visitare (solo dall’esterno) il suo famoso castello degli inizi del 1.600 che fa parte dei 4 dichiarati monumento nazionale per essere originali. Posto sulla cima di una collina e circondato dalla foresta, il castello viene considerato, assieme a quello di Himeji, uno dei più belli del Giappone.  Arrivo a Kyoto nel primo pomeriggio e sistemazione in hotel. Alle ore 15.00 incontro con la guida e inizio delle prime visite in parte a piedi ed in parte con i mezzi pubblici. Capitale del Giappone per oltre mille anni, Kyoto possiede un patrimonio quasi travolgente di antichi templi buddisti, palazzi maestosi, giardini di ogni forma e dimensione e ben 17 siti Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco, che la collocano fra le città culturalmente più ricche del mondo. Il nome stesso evoca l’immagine classica del Giappone: vie costeggiate da abitazioni tradizionali, lo scalpiccio dei sandali di legno tipici sul selciato, le geishe nei variopinti kimono di seta e le pagode circondate da ciliegi in fiore. Insieme a Roma, Parigi e Londra, Kyoto è una di quelle città che vanno visitate almeno una volta nella vita. Visiteremo il Sanjusangen-do, superbo tempio buddista che nel suo interno offre una vista memorabile di 1001 statue lignee di Kannon, la dea della compassione, affiancate da altre 500 più piccole, tutte ordinatamente allineate per file. Proseguiremo con il Kiyomizu Temple (Unesco), abbarbicato su una collina, uno dei punti di riferimento della città, con la sua tipica piattaforma lignea sospesa sulla valle, da dove potremo gustarci un bellissimo tramonto. Rientro in hotel dopo il tramonto. Pranzo libero, Cena al ristorante Mouriya Gion, a base di carne di alta qualità e manzo Kobe.

11°GIORNO:             KYOTO

Alle ore 08.30 incontro con la guida in hotel. Giornata dedicata alla visita città con bus privato. Inizieremo da Arashiyama, piacevole sobborgo di Kyoto, famoso per il Tenryu-ji (Unesco), che ha uno dei giardini più scenografici di Kyoto e per il ponte Togetsu. Arashiyama è molto visitata soprattutto per la splendida foresta di bambu: grosse canne di bambu si susseguono all’infinito in ogni direzione, lasciando filtrare una luce surreale che avvolge la foresta di magia. Visita della sontuosa residenza di Okochi Denjiro, famoso attore di films sui Samurai, con bellissimi giardini e splendida vista. Proseguiremo con la visita del Ryoan-ji (Unesco), con il suo famoso giardino secco; il Kinkaku-ji (Unesco), conosciuto come il padiglione dorato, uno dei monumenti più famosi del Giappone. Rivestito di una scintillante lamina d’oro che si riflette nel laghetto circostante, il tempio crea uno spettacolare paesaggio di colori che cambiano durante le varie luci del giorno. Poi il Ginkaku-ji (Unesco), o padiglione d’argento, con i suoi sontuosi giardini, per terminare con il Nanzen-ji, vasto e affascinante complesso dal quale si gode una splendida vista sulla città. Rientro in hotel. Pranzo a Arashiyama, Cena libera.

12°GIORNO:            KYOTO – ESCURSIONE A NARA

Alle ore 08.30 incontro con la guida. Intera giornata dedicata alla visita di Nara, 35 km a sud di Kyoto, con bus privato. Durante il tragitto visiteremo il tempio Horyu-ji (Unesco), l’edificio ligneo più antico del mondo e uno dei più importanti del paese. Prima capitale del Giappone, Nara è fra le mete più importanti e più belle da visitare, con i suoi 4 siti patrimonio Unesco. Il suo fiore all’occhiello è il grande Buddha, il Daibutsu, una delle statue bronzee più grandi del mondo, alta 16 metri con 437 tonnellate di bronzo e 130 chili di oro. Il Daibutsu è custodito nel tempio Todai-ji (Unesco), il più grande edificio ligneo del mondo, collocato in un ampio spazio verde che ospita molti dei più importanti siti religiosi della città.  Visita anche del santuario Kasuka (Unesco), con 200 lanterne in bronzo che ne segnano l’ingresso, tutte romanticamente accese durante la festa dell’Obon di metà Agosto. Nella via del rientro, sosta a Uji per visitare il Byodo-in (Unesco), uno dei luoghi più belli del Giappone, raffigurato sulle monete da 10 Yen, oggi patrimonio Unesco. Il palazzo è stato la residenza del clan dei Fujiwara all’apice del suo potere, verso la fine del X secolo, quando la vicina Kyoto era capitale dell’impero, e vanta una notevole collezione del periodo Heian (intorno all’anno 1000). Il Byodo-in è stato immortalato nel capolavoro letterario “storia di Genji”, epica lirica sulla vita del figlio dell’imperatore, scritto dalla dama di corte Murasaki Shikibu durante il periodo Heian (intorno all’anno 1000) e riconosciuto come primo romanzo del mondo. Proseguiremo con la visita del Fushimi Inari Taisha, uno dei siti più stupefacenti e memorabili di Kyoto: una serie di gallerie di torii arancioni si susseguono all’infinito nella fitta vegetazione, formando un tunnel misterioso che conduce sulla vetta della montagna. Rientro a Kyoto in serata. Pranzo a Nara, Cena libera.

13°GIORNO:            KYOTO

Alle 08.30, partenza per l’intera giornata di visita di Kyoto con guida. Ci sposteremo con i mezzi pubblici. Visiteremo il Palazzo Imperiale con il suo bellissimo giardino; il Nijo Castle (Unesco), imponente castello che domina gran parte della zona nord-occidentale della città. Tempo a disposizione per visite e pranzo. Alle ore 14.00 appuntamento in una casa da tè per assistere alla tradizionale cerimonia del tè con Geisha che dura circa 50 minuti, durante il quale assisteremo ad una piccola esibizione di una maiko (apprendista geisha) e gusteremo del buon tè con pasticcini tipici. Nel pomeriggio visita del tempio Nishi Hongan-ji (Unesco), complesso di cinque edifici annoverati fra le più raffinate opere architettoniche e artistiche del periodo Azuchi-Momoyama, e del tempio To-ji (Unesco), su cui svetta una favolosa pagoda. Termineremo la visita nel quartiere delle Geishe di Gion e il vicolo pedonale Ponto-chò, di grande atmosfera, ricco di bar, ristoranti e case da tè. Rientro in hotel in serata. Pranzo e cena liberi.

14°GIORNO:            KYOTO-KOYASAN

Nella prima mattina, partenza con le auto per il monte Koya, una delle montagne più sacre del Giappone, 800 mt di altitudine, sulla quale si trovano oltre cento monasteri raggruppati intorno al Kongobu-ji, il tempio principale. Nel 2004 è entrato a far parte del Patrimonio dell’umanità dell’Unesco. Qualunque sia la vostra fede religiosa, questo gruppo di templi sospesi fra le nuvole, che emana un’atmosfera intensa e surreale, vi conquisterà totalmente! Il sito è diviso in due aree principali: il complesso sacro, Garan, una vasta zona sabbiosa piena di cipressi, lanterne e padiglioni lignei avvolti nei fumi dell’incenso, e l’Oku-no-in, dedicato a Kobo Daishi (fondatore della scuola buddista Shingon) uno dei luoghi più pervasi di spiritualità del Giappone, circondato da un vasto cimitero alberato. Pernotteremo in una foresteria di un tempio, chiamato shukubo, in camera tradizionale con tatami. Pranzo libero, Cena allo shukubo con menu vegetariano, servita in dining room privata.

15°GIORNO:            KOYASAN-HIMEJI-OKAYAMA-KURASHIKI

Questa mattina sveglia all’alba per assistere alla funzione dei monaci, un’esperienza molto spirituale che ci porterà a diretto contatto con la cultura locale. Colazione stile giapponese. Al termine della funzione partenza con le auto per la visita dell’Himeji-jo, il più bel castello del Giappone e la più imponente fortezza fra le 12 originali sopravvissute, dal 1993 Patrimonio dell’Unesco. Il castello ha fatto da sfondo al film 007 si vive solo due volte e al famoso film con Tom Cruise, l’ultimo samurai. Bellissimi i giardini Koko-en, la ricostruzione delle antiche abitazioni stile Edo dei samurai del castello: 9 abitazioni con i suoi giardini, cascate, laghetti che sono stati set di svariati drammi storici giapponesi. Il castello sarà molto affollato e ha ingressi limitati senza possibilità di prenotazione, quindi si rischiano lunghe code e non è detto che si riesca a visitare l’interno. Se non sarà possibile visitare il castello, avremo tempo per visitare il giardino Korakuen a Okayama, considerato uno dei tre più belli del Giappone. Proseguiremo poi per Kurashiki. Sistemazione in hotel e visita del delizioso quartiere di case di mercanti con i muri bianchi e neri, vecchi magazzini e canali risalenti all’apice dell’epoca Edo, quando la città era un centro importante per il commercio di riso e canne di giunco. Pranzo e cena liberi.

16°GIORNO:            KURASHIKI-HIROSHIMA-MIYAJIMA

Al mattino proseguimento per Hiroshima, che dal 6 Agosto 1945 è simbolo degli effetti devastanti della bomba atomica. Incontro con la guida e visita del Parco e del museo della Pace, con il simbolo più toccante della devastazione: la Cupola della bomba atomica, epicentro dell’esplosione e unica struttura rimasta in piedi nel raggio di 3 km. Dal 1996 l’edificio è stato dichiarato Patrimonio dall’umanità dell’Unesco, a ricordo del tragico evento. Nel pomeriggio prenderemo il traghetto per l’isola di Miyajima, anch’essa nelle liste dell’Unesco, situata nel mare interno del Giappone, costellato da migliaia di isole e scogli che ne fanno uno dei gioielli paesaggistici del paese. A Miyajima si trova il venerabile santuario Itsukushima-jinjia, il cui torii rosso vermiglio sembra fluttuare sulle acque, creando uno dei tre panorami più belli del Giappone. Molto bello anche il Daisho-in, tempio principale dell’isola, con i suoi elaborati padiglioni e lanterne in legno, ponti che attraversano laghetti colmi di ninfee, fino alla bizzarra “grotta universalmente illuminante”, tappezzata di centinaia di lanterne e piena di mini-Buddha carichi di talismani portafortuna. L’isola è di solito meta di visite giornaliere da Hiroshima, ma rimanere la sera quando la folla se ne va, è un’esperienza da non perdere: l’atmosfera si rilassa, i cervi che la popolano si avvicinano ai pochi turisti rimasti e il santuario Itsukushima raggiunge l’apice del suo fascino sotto le luci delle lanterne che tremolano sull’acqua… Pranzo libero, cena al ryokan, servita in camera.

17°GIORNO:            MIYAJIMA-MATSUE

Al mattino imbarco sul traghetto per tornare sull’isola principale e proseguimento in auto per la costa nord che si affaccia sul Mar del Giappone, caratterizzata da ritmi tranquilli e lontana dal traffico delle grandi città. Visiteremo il grandioso ed elegante santuario Izumo Taisha, il più antico santuario shintoista e, insieme a Ise, il più importante del paese. Proseguiremo per Matsue, affascinante cittadina storica che ospita un altro dei 12 castelli originali, chiamato “castello nero” per il colore del legno che decora le sue mura. Pranzo libero, cena al ryokan, servita in dining room privata.

18°GIORNO:            MATSUE-KINOSAKI ONSEN

Stamani visiteremo un sito poco conosciuto ma assolutamente da non perdere per la sua particolarità: il museo d’arte Adachi, che possiede la più vasta collezione di dipinti di Yokoyama Taikan, uno dei più importanti riferimenti dell’arte giapponese moderna. Ma l’attrazione principale del museo, sono i giardini che avvolgono le gallerie, votati ogni anno fra i più belli: il giardino del paesaggio arido, il giardino di ghiaia bianca e pini, il giardino di muschio e quello del laghetto. Il museo è progettato in modo che, muovendosi, le viste dei giardini sembrino immagini viventi che scorrono attraverso le finestre appositamente posizionate. Dopo la visita proseguiremo lungo la costa attraverso il Parco Nazionale della Costa San-in, una zona di spiagge sabbiose e promontori frastagliati, punteggiata da isolotti e scogliere dalle forme strane, gallerie, grotte e fenditure, dove vale la pena fare un’escursione in barca. Il parco è anche famoso per le suggestive dune di sabbia di Tottori, dichiarate monumento nazionale, che si estendono per 16 km creando un paesaggio molto “Lawrence d’Arabia”.  Arriveremo in serata a Kinosaki Onsen, sistemazione in hotel. Pranzo libero, cena al ryokan, servita in dining room privato.

19-22°GIORNO:        KINOSAKI ONSEN

Soggiorno di relax a Kinosaki, un centro termale sul litorale del Kansai settentrionale, caratterizzato da spiagge sabbiose e isolotti. Kinosaki onsen, è uno dei posti più belli dove vivere l’esperienza degli onsen giapponesi (bagni termali). Durante il viaggio avremo oramai provato molti onsen, e molti li avremo anche avuti all’interno degli hotels, ma nessuna esperienza potrà sicuramente mai essere paragonata ad un soggiorno a Kinokasi! La cittadina è attraversata da un romantico canale orlato di salici, con molte case, negozi e ristoranti che hanno conservato il loro fascino tradizionale, e ospita 7 splendidi onsen dove si entra con un unico pass di accesso fornito dagli hotels. Mettiamo via scarpe e abiti, perché qui si indossa solo lo “yukata” (kimono di cotone leggero) e i “geta” (sandali di legno tipici giapponesi), oziando da un bagno all’altro e da un trattamento all’altro in puro stile tradizionale: un piccolo, meraviglioso angolo di mondo che non pensi neanche possa più esistere! Oltre al relax, avremo la possibilità di visitare le belle spiagge nei dintorni o fare un’escurione alla vicina penisola di Tango, che si protrae nel Mar del Giappone. Fitte foreste si alternano a promontori rocciosi e distese di sabbia, fino ad arrivare ad Ine, splendido villaggio di pescatori formato da  particolari case sull’acqua chiamate “funaya”, per poi proseguire per Amanohashidate (Ponte per il Paradiso), una stretta lingua di sabbia ricoperta da 8000 pini, lunga 3, 5 km, considerato uno dei tre panorami più belli del Giappone. Pranzi liberi, cene al ryokan, servite in dining room privata.

22°GIORNO:            KINOSAKI ONSEN-OSAKA

In mattinata, partenza in auto per Osaka.  Terza città del Giappone dopo Tokyo e Yokohama, Osaka è l’antitesi della modaiola Tokyo e della raffinata Kyoto. Vera capitale dei commerci, è famosa per le luci a neon e i grattacieli ultramoderni. Nonostante non abbia il fascino delle città storiche, ha qualche bel punto di interesse, come il suo bel castello, l’Osaka-jo, l’Umeda Sky building, annoverato fra i 20 edifici più spettacolari del mondo, e molti interessanti musei. In serata rilascio delle auto vicino all’hotel. Pranzo e cena liberi.

23°GIORNO:            OSAKA-ITALIA

Trasferimento libero in aeroporto e volo di rientro. Arrivo all’aeroporto di partenza.

LE ESPERIENZE CHE RACCOMANDIAMO

-Una delle più belle esperienze che si possono fare in Giappone è soggiornare in un ryokan, meglio se di alto livello, dove si può vivere l’antica tradizione dormendo su tatami, indossando kimono e provando l’elegante cucina tradizionale kaseiki.

-Consiglio di soggiornare anche in uno shukubo per abbinare l’ospitalità del ryokan con la spiritualità della preghiera mattutina dei monaci.

-Cenare a base di buon sushi in una sala con cuoco privato che prepara i piatti proprio davanti a voi.

-A Kyoto cenare in uno dei ristoranti specializzati nella preziosa carne Kobe, con il cuoco privato che la cuoce su grande piastre a vista.

-Assaggiare il ramen e i fantastici ravioli “gyoza” a base di carne, verdura o pesce.

-Partecipare ad una cena o ad una cerimonia del tè dove le geishe esibiscono la loro arte.

-Passeggiare per gli antichi villaggi della via Nakasendo

-A Tokyo pranzare in uno dei tanti, pazzi,  made cafè

-A Tokyo assistere allo spettacolo del Robot Restaurant, per un punto di vista sul bizzarro senso del divertimento giapponese

-Assolutamente non perdere l’esperienza di rilassarsi in uno dei magnifici onsen dei centri termali  che si trovano sparsi in tutto il Giappone.

-Non perdersi la magica atmosfera di Miyajima notturna

LE STRUTTURE CHE CONSIGLIAMO

(La selezione delle strutture viene fatta al momento dell’effettuazione del viaggio: ci scusiamo per eventuali variazioni nel corso del tempo)

TOKYO

The Celestine Ginza –  Elegante hotel moderno nel centro del quartiere di Ginza, dove si trovano le boutique più esclusive della città e ottimi ristoranti di lusso.

KANAZAWA   

Nikko – Lussuoso hotel moderno in ottima posizione vicino alla stazione centrale.

TAKAYAMA    

Hidatei Hanaouigi – Lussuoso ryokan dalla vera atmosfera giapponese, con splendide sale comuni arricchite da soprammobili e oggetti dell’antica tradizione giapponese e belle camere tradizionali con tatami. Obbligo di indossare kimono durante la cena (offerti dalla struttura)

INUYAMA      

Akariya Geihanro – Bellissimo ed elegante ryokan con camere occidentali con onsen privato, alcune vista lago. Ottima cucina kaseiki in ristorante con sale private dove è consigliato indossare i kimono offerti dall’hotel.

KYOTO         

The Celestine Gion – Elegante hotel all’interno di uno storico edificio restaurato al centro dell’antico quartiere di Gion, il fulcro della vita delle geishe, oggi ricco di negozi, locali e ristoranti molti dei quali ricavati all’interno delle Okiya, le antiche case delle geishe. Arredato in stile minimalista prettamente giapponese, l’hotel ha un bellissimo onsen, un moderno bar dove vengono serviti ottimi e originali cocktails e un ottimo ristorante.

KOYASAN      

Syukubou Fudoin – Si tratta di uno shukubo, o syukubou, una sorta di ryokan all’interno delle foresterie dei templi, create per ospitare i pellegrini che affluiscono al sacro monte Koya per pregare. Il Syukubou ha belle camere tradizionali con tatami e giardini giapponesi interni, con bagno privato e alcune con onsen privato. Bella sala ristorante dove viene servito cibo tradizionale vegetariano. Al mattino presto è possibile assistere alle cerimonie del tempio, esperienza assolutamente da provare.

KURASHIKI     

Hostel & Bar Cuore – Uno dei pochi hotels al centro della cittadina, con camere semplici ma curate annesse ad un ristorante-bar molto glamour che serve ottimi pasti e ottime colazioni. Posto semplice ma molto simpatico.

MIYAJIMA      

Iwaso –  Lussuoso antico ryokan in legno con un corpo centrale che ha meravigliose camere storiche che si affacciano sul giardino giapponese interno, dalle porte scorrevoli in legno e carta di riso e i bagni tradizionali con onsen, e un’ala nuova con camere tradizionali ma più moderne, con bagni moderni. La cena kaseiki con svariate portate è servita privatamente nella propria camera. Bellissimo l’onsen con vasche che si affacciano su un piccolo fiume il cui rumore fa da sottofondo al relax. L’Iwaso si trova dietro al tempio principale con il famoso torj rosso nel mezzo al mare illustrato nelle maggior parte delle cartoline del Giappone: alloggiare qui significa non solo godersi una struttura dalla tradizione millenaria, ma anche avere la possibilità di vivere la magia che questo posto trasmette la sera, con il torj illuminato e senza le orde dei turisti che lo affollano durante il giorno.

MATSUE                  

Minamikan – Struttura dal design giapponese in un ambiente moderno che riesce a combinare un’ atmosfera glamour con un pizzico di tradizionale, soprattutto nel suo giardino che ha vinto molti premi di miglior giardino giapponese.

KINOSAKI      

Nishimuraya Honkan – Antico ryokan che fa parte della prestigiosa catena relais & chateaux, arredato con pregiati mobili antichi e oggetti di gran gusto che creano un’atmosfera da Giappone imperiale. Le camere con tatami hanno bagni tradizionali e balconi che si affacciano sul bel giardino tradizionale interno. Raffinate cene kaseiki sono servite in sale private. Obbligo di indossare kimono tradizionali (come in tutta la località) con tanto di servizio in camera per aiutare ad indossarli correttamente. Ogni sera il servizio si preoccupa di cambiare l’abito variandone le colorate fantasie.

OSAKA         

Granvia –  Lussuoso hotel moderno collegato direttamente con la stazione ferroviaria di Osaka

INFORMAZIONI UTILI

DOCUMENTI DI VIAGGIO

E’ necessario il passaporto in corso di validità. Non è richiesto nessun visto di ingresso per soggiorni inferiori a 90 giorni.

Per guidare in Giappone è necessaria la patente internazionale che si ottiene alla motorizzazione.

VACCINAZIONI

Non sono richieste vaccinazioni.

VALUTA

Yen giapponese (1 Euro = 130 yen circa). È possibile acquistare la valuta presso gli uffici di cambio in aeroporto, le banche, gli alberghi e nei grandi magazzini autorizzati. Le maggiori carte di credito sono accettate nei principali hotel e negozi.

LINGUA

La lingua ufficiale è il giapponese. Lo studio dell’inglese è obbligatorio nelle scuole superiori ma non molti lo parlano correntemente.

FUSO ORARIO

+ 7 ore rispetto all’ora legale italiana, +8 rispetto all’ora solare. In Giappone non esiste l’ora legale.

ELETTRICITA’

La corrente elettrica ha una tensione di 100 volt e le spine più comuni sono quelle piatte (prese americane). È necessario un adattatore e trasformatore.

TELEFONI E DATI

Il prefisso telefonico internazionale del Giappone è 0081. Per chiamare dal Giappone all’Italia il prefisso internazionale è 0039. I telefoni pubblici sono diffusi. Il Giappone utilizza un sistema di telefonia mobile non compatibile con il sistema europeo, è consigliato pertanto rivolgersi al proprio gestore. All’arrivo negli aeroporti è possibile acquistare la linea dati per poterla avere attiva durante tutto il viaggio attraverso il noleggio di un modem, con costi moderati.

CLIMA

Essendo un paese di 3.000 km, il clima varia a seconda della latitudine, da quello fresco e temperato dell’isola settentrionale di Hokkaido a quello sub tropicale dell’estremo sud di Okinawa. La maggior parte del paese ha un clima temperato e piovoso, simile a quello dell’Europa centrale. Le stagioni migliori per visitare il Giappone sono la primavera (aprile e maggio) e l’autunno (ottobre e novembre). I mesi di giugno e luglio sono i più caldi e umidi con piogge molto frequenti, ad agosto in genere si abbassa l’umidità e le piogge sono più rare. L’estate è la stagione dei tifoni, che non sono devastanti come quelli dei Caraibi, ma bloccano il traffico aereo.

RICHIEDI INFORMAZIONI

    *campi obbligatori





    0